Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Recensioni | Pubblicato il 25 marzo 2014

av-k-a-centripetal-fugue

AV-K

A centripetal fugue

Genere: Ambient, Elettronica

Anno: 2014

Casa Discografica: Laverna Net Label

Servizio di:

Sarebbe scontato ripercorrere l’interessante percorso artistico di Anacleto Vitolo, artista salernitano di cui più volte vi abbiamo parlato (l’intervista di qualche settimana fa).  Attenzione maggiore vogliamo dedicarla, però, all’ultimo lavoro pubblicato con Laverna Net Label, dove a farla da padrone è l’elettronica ambient che riesce impeccabilmente a guidare l’ascoltatore in evanescenti universi paralleli attraverso una chirurgica manipolazione sonora. Suoni e palpiti che viaggiano su eguali onde sonore che si propagano senza sosta e restituiscono echi di voci lontane o solo immaginate. Evocazioni in fuga centripeta, sinistre come le atmosfere di film noir. Tensione verticale, ombre smorzate, corpi in collisione sono solo piccole tracce che A centripetal fugue  lascia dietro sé, offrendo al fruitore la possibilità di scoprire nuovi ed inaspettati percorsi immaginifici.

L’intera energia concentrica dell’album si sviluppa in filamenti sonori che a tratti si smaterializzano per poi ritornare a brillare d’intensità accecante. Accade nella title-track  “A centripetal fugue o in “290513laddove, come in una potente risacca, i flussi sonori si alternano in un altalenante crescendo che offre poche ed inutili possibilità d’ appiglio. Asettica e gelida l’atmosfera di “Amniotico,scandita da battiti reiterati che suonano come un funesto presagio mentre molto suggestiva è l’atmosfera di “Freefall in slow motion, frame rate di un corpo in caduta libera. Se “Anxiety“  riesce a scandagliare gli anfratti oscuri della psiche umana, spetta a “S-FLM il compito di irrobustire la complessità del suono, più corposo e a tratti più acuto. La quadratura del cerchio è “Rising“, una rinascita dopo il buio, magnificenza del rumore. Picchi di luce che riportano all’inizio del viaggio come in un eterno moto concentrico.

In definitiva A centripetal fugue rappresenta un’ ulteriore conferma della maturazione artistica raggiunta dal giovane Av-K. Glitch, dissolvenze, turbinii risucchiano l’ascoltatore in un vorticare furioso al cui centro tutto è immoto come un ingannevole occhio del ciclone.

Voto: 7,5/10

Tracklist:

  • 1 · 290513
  • 2 · A centripetal fugue
  • 3 · Amniotico
  • 4 · Freefall in slow motion
  • 5 · Anxiety
  • 6 · S-FLM
  • 7 · Rising

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi