Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Recensioni | Pubblicato il 16 ottobre 2013

WAS

A New Place Soon Old

WAS

Genere: Folk, Pop

Anno: 2013

Casa Discografica: DeAmbula Records

Servizio di:

Un nuovo approfondimento su un artista che vi avevamo già presentato con la compilation di anteprime di fine agosto. Si tratta di WAS, progetto del musicista e cantautore sardo Andrea Cherchi con la collaborazione di Sara e Gianmarco (già Diverting Duo) e Raffaele Badas (Hola La Poyana). L’album di debutto, After Dinner, è uscito nel 2010. A new place soon old (DeAmbula Records)è il nuovo lavoro in studio.

L’artwork è un suggerimento, una azzeccata espressione visiva della sua musica: l’autunno in tutte le sue sfaccettature, la luce soffusa, la sensazione di sospensione. Emerge questo dalle trame acustiche delle sonorità di Andrea Cherchi che porta avanti un discorso melodico molto interessante. Volutamente con un impianto lo-fi (“Pavese”  e l’onirica “In a Cloud“ dimostrano la saggezza di questa scelta), la voce e gli strumenti disegnano strutture in cui l’armonia è predominante e si fa accompagnare dal altri strati, come quello psichedelico (“Fallen Stars“, “Sleeping Bats“), che non invadono mai, ma fortificano, la “strada” principale.

L’intenzione di approfondire la leggerezza del suono è evidente nel ritmo deciso e il delicato impatto vocale dell’iniziale “In the Spring“: viene subito fuori l’anima pop, nuovo coinquilino della musicalità del progetto WAS. E sullo stesso percorso proseguono la cristallina “Plastic Man” e  ”Alpaca“, brano che vi avevamo presentato in anteprima.

Ma non scompare il livello intimo della composizione che emerge in momenti intensi e maggiormente raccolti come “Under a full Moon” e l’emozionante tensione di “Cold Song“.

Un ottimo lavoro di ricerca della melodia, scavando a fondo e non cercando la soluzione più immediata, quella che avrebbe immobilizzato il suono. Andrea Cherchi è stato intuitivo nel porre attenzione alla struttura globale che marchia il suono e lo riporta, con dosaggi diversi, in ogni singola composizione.

Voto: 6,5/10

Tracklist:

  • 1 · In the Spring
  • 2 · Fallen Stars
  • 3 · Under a Full Moon
  • 4 · Cold Song
  • 5 · Alpaca
  • 6 · Pavese
  • 7 · Plastic Man
  • 8 · In a Cloud
  • 9 · Sleeping Bats

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi