Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Recensioni | Pubblicato il 26 novembre 2014

acid baby blues

Acid Baby Jesus

Selected Recordings

Genere: Psichedelia

Anno: 2014

Casa Discografica: Sloveny Recordings

Servizio di:

Accaparrati gelosamente dall’Americana Sloveny Records come una pozione alcaloide da trangugiare  in ogni istante, i greci Acid Baby Jesus tornano – sulla corta distanza – con un nuovo disco, una sorta di concept sulle loro materie psichedeliche, un excursus immerso tra didascaliche sperimentazioni lisergiche, rock, ballate easy, strumentazioni tradizionali greche, e tutto quello che può fare “distorsione fisica, strumentale e mentale”, e la cosa pare riuscirgli a manetta, tanto che dopo l’ascolto di queste undici tracce, rintracciare certi punti cardinali vitali sembra cosa inizialmente ostica.

Ottimo calderone dove tutto echeggia stupendamente tra vintage e futuro, tracce eccentriche e altisonanti che danno la dimensione giusta di una band che non si ferma – non lo fa mai veramente – alle concezioni trendy o all’arte dell’impertinenza modaiola, piuttosto scava, lucida e porta all’esplosione totale un mix di suoni e vibrazioni tali da innescare una detonazione di bellezza intramontabile, un caleidoscopio evergreen che ipnotizza a successione tutti gli orecchi disponibili ad intercettare questi flussi “calienti e drogati” protesi oramai a realtà e platee internazionali.

Dentro ci sono le influenze soniche più disparate, ma tutte trattate con la personalità dei guitti geniali, niente fotocopie o affrancamenti vari, tutto gira di suo e da manna per alternativi palinsesti radio, tra le tante le movenze indù Arcadefireane di “Diogenes”, le percussioni mantrico/cosmique di “Ayahuasca blues”, la cadenza Tarantiniana di “Vegetable”, la tribalità fumata di “Omonia” o la parentesi bluegrass di “All of your love”; in sostanza un qualcosa che va alla grande al di fuori dei ristretti circoli di nicchia e che – una volta impossessatosi della tua attenzione – non ti lascia scampo.

Voto: 7,5/10

Tracklist:

  • 1 · Diogenes
  • 2 · Row by row
  • 3 · Night of pan
  • 4 · Ayahuasca blues
  • 5 · Who's first
  • 6 · Vegetable
  • 7 · Trouble maker
  • 8 · I'm becoming a man
  • 9 · Omonia
  • 10 · You & me
  • 11 · All of your love

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi