Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Recensioni | Pubblicato il 7 novembre 2014

Aldinucci

Giulio Aldinucci

Aer

Genere: Ambient, Sperimentale

Anno: 2014

Casa Discografica: Dronarivm

Servizio di:

L’etichetta russa Dronarivm è una delle realtà più interessanti in circolazione in ambito di “altri suoni”. Ha prodotto artisti di cui vi abbiamo spesso parlato come Sima Kim, The Green Kingdom, Porya Hatami, Anne Chris Bakker.

Il compositore senese Giulio Aldinucci si aggrega a questa splendida squadra e lo fa con album altrettanto straordinario. Si intitola Aer e si tratta del secondo album in studio con il suo nome di battesimo. Sette composizioni (e due remix nella versione digitale) che rappresentano la colonna sonora della nascita di nuovi universi. Il disco si focalizza sull’abilità della musica di diventare voce dell’intangibile. Ascoltare, Provare Emozioni e Respirare si concentrano e convergono in unico grande “atto”. 

Le strutture ambient (con ampio uso del field recording) diventano solo un mezzo, utilizzato con un approccio olistico, per raggiungere gli obiettivi sopraccitati: “Intermittent Musical Box” ci introduce a un mondo isolato, con un tono sommesso volutamente minimale e impercettibile ma con piccole fratture che fungono da elemento disturbatore; “Lampara” innalza la consistenza della composizione e contemporaneamente l’atmosfera cupa e minacciosa che nella parte finale si manifesta con lo sgretolamento progressivo del suono.

Il rumorismo “soffocante” e soffocato prende piede nell’evocativo andamento di “Sleep With Noise“; la stessa strada viene percorsa nella successiva “Filo di Voce” ma una maggiore limpidezza e disinvoltura e con le voci sospese che incrementano il livello di suggestione. “1001011011 x 2” è una realtà che si distacca da quanto sinora sentito: un rumore meccanizzato impiantato nella natura e con un velo d psichedelia computerizzata che emerge nel finale. “Fieno” rappresenta la conclusione del disco e anche uno dei momenti più intensi di esso: nove minuti di pura estasi che attraversano tutti i temi e gli stili presentati nel corso delle precedenti tracce.

L’artista toscano si conferma un artigiano del soundscape: la sua abilità sta nel concretizzare l’ignoto e nel trasformarlo in un’esperienza emotiva forte dalla portata multisensoriale. Una dimostrazione “viva” della forza della musica rispetto ad altri mezzi comunicazione. Fatemi essere banale: semplicemente, La Grande Bellezza.

Voto: 7,5/10

Tracklist:

  • 1 · Intermittent Musical Box
  • 2 · Lampara
  • 3 · Sleep With Noise
  • 4 · Filo Di Voce
  • 5 · 1001011011 x 2
  • 6 · In Mare
  • 7 · Fieno

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi