Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

News | Pubblicato il 9 giugno 2015

iwa_montoya

Abbiamo conosciuto Jhon William Castaño Montoya con lo pseudonimo di JWCM diversi mesi fa, all’interno della rubrica Hidden Sounds.  Violinista e compositore nato in Colombia e trasferitosi già da diversi anni in Italia dopo l’ammissione al Conservatorio A. Steffani e nell’orchestra dei Conservatori del Veneto, Montoya ha fatto parte anche del progetto Fabrica, dove ha collabora alla realizzazione di colonne sonore e musiche per documentari.

Oggi il polistrumentista sudamericano ritorna con un nuovo album intitolato, a nome Montoya, che mescola ambient, elettronica e musica etnica in un’affascinante commistione di suoni.

Il disco si intitola Iwa ed esce per White Forest Records. Queste le parole che introducono lo streaming integrale: “Iwa è la calibratura della voce sciamanica del Sudamerica, dei bit informatici dei calcolatori e delle rigorose composizioni classiche contemporanee. Trenta minuti in cui la voce umana si mescola a un’alchimia di strumenti e field recording, intrico elettronico di tutti gli elementi; legno, vetro e metalli risvegliano le vibrazioni primigenie della musica, quando si ballava e si suonava come fosse una preghiera: un gesto non già tecnico, ma mistico.

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi