Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

News | Pubblicato il 19 gennaio 2015

Iocca

Vi avevamo accennato al ritorno di Paolo Iocca (Boxeur the Coeur, Blake/e/e/e, Franklin Delano) e del suo nuovo progetto SPIRE che avevamo inserito fra le uscite più attese di questo 2015. L’ep di esordio si intitola Healing Loops ed esce ufficialmente oggi via . Emerge subito un approccio versatile al concetto di elettronica (da ritmiche “danzerecce” controllate e ben manipolate a passaggi più “ambientali” o ruvidi). E’ disponibile lo streaming integrale su Rockit.

Ecco le sue parole che accompagnano l’ep:

In inglese SPIRE [spahyuhr] significa “guglia”, “pinnacolo”. Come verbo significa “innalzarsi”. Parte da qui il nuovo progetto di Paolo Iocca, dopo l’ultima esperienza di Boxeur The Coeur e quelle precedenti di Blake/e/e/e, Franklin Delano e …A Toys Orchestra: “SPIRE è la mia prima passeggiata nel campo minato della musica elettronica tout court, un universo sconfinato e perverso. Per me il passaggio da songwriter a producer ha significato ingaggiare una lotta senza quartiere con le mie debolezze, i miei preconcetti e le mie paure. Sono stato tre anni senza dare notizie consistenti, un periodo abbastanza lungo, impiegato a imparare un modo diverso di scrivere musica, a commettere ingenuità, a combattere la paura di non farcela, a sbagliare e riprovare per fare meglio. Un processo che non si arresta mai, ma che in questi anni è stato piuttosto feroce e intenso”. Da polistrumentista a compositore, Iocca si è forgiato e raffinato negli umori del post-rock, lasciando ora gli strumenti convenzionali e iniziando a lavorare con un set-up minimale di macchine e laptop, costruendo le sue tracce su campioni vocali, sample e strofe di synth. Così nasce HEALING LOOPS. Un EP d’esordio di quattro tracce fatte di arpeggi, melodie oblique, synth ipnotici e bassi atmosferici, che si insinuano tra le fitte texture vocali. SPIRE spinge la mano su una sostanza che si muove all’interno di coordinate che prendono come riferimento la bass music che si agita oltremanica, groove infettati dal dub e improvvisi squarci di luce.

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi