Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Recensioni | Pubblicato il 3 agosto 2012

Alt-J_An Awesome Wave

Alt-J

An Awesome Wave

Genere: Alt-Rock, Indie-Rock

Anno: 2012

Casa Discografica: Infectious Records

Servizio di:

Gli Alt-J (combinazione che su tastiera Mac dà nient’altro che un Δ – triangolo, delta, fate voi) sono quattro ragazzi di Leeds che vengono alla luce (internazionalmente parlando) alla fine di Maggio di quest’anno col loro primo LP, An Awesome Wave. Già dando una prima occhiata alla tracklist dell’album (lo trovate in streaming sul loro SoundCloud) si capisce subito che i ragazzi fanno sul serio, a partire proprio da una struttura articolata con una Intro e ben tre Interlude(s). Ciò che stupisce (positivamente), è la complessità rappresentata da questo che a tutti gli effetti è un primo vero lavoro della band, che a discapito della scarsa esperienza sembra già mostrare una maturazione notevole. Tutto ciò si riflette – e deriva – da sonorità curiose e ben composte, mai banale, che danno un deciso sguardo al futuro dell’underground made in UK.

La Intro ci conduce lentamente, adagio, su note di pianoforte che aprono un brano inizialmente strumentale, sempre piuttosto misterioso, che mostra da subito una ritmica particolarmente musicale. Voci filtrate e pizzichi di elettronica saggiamente distribuiti completano il quadro. Ed è solo l’inizio. Dopo una Interlude(1) quanto mai curiosa – praticamente un intermezzo a capella indovinatissimo – troviamo Tessellate, già brano presente nella demo che anticipava An Awesome Wave e primo video tratto dall’album stesso. I toni si mantengono cupi ma si fanno più decisi, mantenendo un uso estremamente raffinato della ritmica, tanto da creare atmosfere complesse ed intriganti che difficilmente possono essere accostate a gruppi/generi di riferimento. Breezeblocks completa il primo terzo del disco continuando a variare e a sorprendere con salti di ritmo e cori curiosi che si rincorrono in modo intrigante nel finale del brano, per lasciare spazio ad Interlude(2), questa volta malinconico e trasportato solo da arpeggi di chitarra.

Something Good riprende le fila di un folk-step perennemente presente in An Awesome Waves, affiancato da un piano svolazzante e ritornelli spensierati da canzone-del-buon-umore che abbandonano la scena lasciando spazio all’eclettica e vagamente orientaleggiante Dissolve MeMatilda, altro brano ripreso dalla demo rilasciata a fine 2011, più cantato e malinconico, ma sempre estremamente maturo. MS e Fitzpleasure concludono la parte centrale dell’album, il primo con i suoi ambienti notturni, risvegliati da cori eterei e riflessi di sogni vividi, il secondo rielaborando gli stessi cori in versione ritmica e coinvolgente, come una sorta di risveglio che si tramuta in tonalità a dir poco esotiche, quasi un reggae. Eclettismo.

Interlude(3), lontana e mistica, apre all’accoppiata di fondo composta da Bloodflood e Taro. La prima origina da note di pseudo-carillon accompagnato (in apertura)  da cori di bambini per una malinconia che sa già un po’ di conclusione, mentre Taro si articola su cori capitanati sempre della voce un po’ nasale caratteristica di Gwill (cantante) alternata ad intermezzi musicali che riportano alla mente il Gold Panda di Same Dream China, qui in un contesto – oltre che differente – perfetto per un arrivederci.

An Awesome Waves è un album tanto vario e completo (ma d’altro canto tanto diretto e schietto) che sembra tutt’altro che un lavoro d’esordio. Si parte da una ritmica sempre curata in maniera spasmodica, passando per un arcobaleno di varietà vocali, sfociando (o meglio sperimentando) generi e sottogeneri musicali di ogni tipo, senza mai perdere il filo conduttore, fondato sull’indie-folk.

Intanto ci godiamo questa ventata di novità – o almeno di qualcosa realizzato davvero con estrema cura – aspettando magari il resoconto dei fortunati che potranno vedersi gli Alt-J dal vivo all’Ypsigrock di Castelbuono (PA) e all’A Perfect Day. Buon ascolto.

Voto: 7,8/10

Tracklist:

  • 1 · Intro
  • 2 · Interlude(1)
  • 3 · Tessellate
  • 4 · Breezeblocks
  • 5 · Interlude(2)
  • 6 · Something Good
  • 7 · Dissolve Me
  • 8 · Matilda
  • 9 · MS
  • 10 · Fitzpleasure
  • 11 · Interlude(3)
  • 12 · Bloodflood
  • 13 · Taro

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi