Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Recensioni | Pubblicato il 26 maggio 2014

Xiu Xiu

Xiu Xiu

Angel Guts: Red Classroom

Genere: Dark-wave

Anno: 2014

Casa Discografica: Polyvinyl

Servizio di:

Ogni album di Jamie Stewart e dei suoi Xiu Xiu è un viaggio all’inferno. Non c’è redenzione nella sua musica, quella va trovata dall’ascoltatore anche grazie all’ispirazione che Stewart offre. Tragedia senza alito di speranza, dolore senza conforto: allora perché ascoltare la dark wave di Xiu Xiu? Perché in realtà Stewart ci offre, con le sue perversioni sonore, la possibilità di sublimare con l’ascolto il marcio che è in noi, rendendoci migliori. E’ una sfida, ma l’esito finale non può che essere salvifico. “Vi faccio vedere il peggio perché possiate godere del meglio” sembra voler dire il nostro amico (poco raccomandabile).

Da questo punto di vista Angel Guts non fa eccezione: immaginate i Throbbing Gristle senza humour inglese oppure Trent Reznor adolescente e in trip totale. Ecco la musica di Angel Guts. Rispetto a prove precedenti c’è un uso maggiore dell’elettronica e delle tonalità dark, ma l’estetica è sempre quella: lontano dal pop.

La dichiarazione di intenti è l’intro, in cui alcune note che sembrano di sitar si levano per alcuni minuti sopra un tappeto di disturbi radio. Volete il pop? Cambiate canale. Il discorso è confermato dal dark sintetico di “Stupid in the Dark”, unico brano vagamente orecchiabile. Il tappeto di beat ossessivi fa da sfondo ad un refrain melodrammatico che la voce di Stewart rende un lamento. Echi di Clock DVA e Cabaret Voltaire si ascoltano in “Lawrence Liquors”, tra noise e distorsioni. “Black Dick” si presenta già dal titolo; è un brano da Silenzio degli Innocenti condito di tessiture di basso e drumming e da ogni genere di suono che ricordi gemiti erotici. O forse no?

Se “El Naco” è uno stordente urlo disperato, brani come “The Silver Platter” ci riportano su lidi sintetici dark, in cui il drumming ossessivo toglie ogni possibilità di relax. Che in realtà si trova in un brano come “Bitter Melon”, che si dipana sopra un ritmo in stile calypso a mò di improbabile nenia.

Cosa differenzia il dark di Xiu Xiu da generi come il black metal, anch’essi alla ricerca del lato oscuro? Il fatto è che nel primo non c’è mestiere; c’è solo urgenza e sperimentazione. Abbastanza se cercate una musica che vi stupisca e vi metta in difficoltà. Lontano dal pop.

Voto: 8/10

Tracklist:

  • 1 · Angel Guts:
  • 2 · Archie’s Fades
  • 3 · Stupid in the Dark
  • 4 · Lawrence Liquors
  • 5 · Black Dick
  • 6 · New Life Immigration
  • 7 · EL Naco
  • 8 · Adult Friends
  • 9 · The Silver Platter
  • 10 · Bitter Melon
  • 11 · A Knife in the Sun
  • 12 · Cinthya’s Unisex
  • 13 · Botanica de Los Angeles
  • 14 · Red Classroom

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi