Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

News | Pubblicato il 25 agosto 2014

Pagliarulo

Siamo lieti di presentarvi, in anteprima esclusiva, il primo singolo e il video del primo brano estratto dal debutto Rapporto Di Gara (che uscirà via Macrostudio Dischi) del cantautore e musicista Giuseppe Pagliarulo. L’album è stato registrato e mixato presso il Rumore Rosa Studio di Eboli di Cristian Perduto. Il mastering è a cura di Giovanni Versari (presso La Maestà Studio).

Il brano si intitola “Qui Per Me“: dall’ascolto emerge subito un buon livello di scrittura e soprattutto un suono potente e imponente, un ritmo che non conosce sosta e rinvigorisce il significato delle parole. Un pezzo che promette un album di ottimo livello. Dopo il video, vi riportiamo il comunicato stampa.

 

Giuseppe Pagliarulo è di Eboli, provincia di Salerno, ma ancora ci ragiona un po’ su. Ha sviluppato la passione per la chitarra all’età di quindici anni e non si è ancora fermato. Durante gli anni della scuola si è cimentato con varie formazioni musicali, favorito anche dal terreno fertile della sua zona di provenienza.

Gli anni universitari sono quelli delle riflessioni acute ed esasperate, dove si ferma, si guarda indietro e ragiona su chi è e su dove vuole andare. Nascono così canzoni che parlano del proprio rapporto con l’altro, con l’ambiente circostante e col proprio modo di metabolizzare, razionalizzare e reagire alle distanze e agli abbandoni; tali reazioni prendono le vesti talvolta di esplosioni urlate di rabbia, altre volta di sussurri di chi oramai si rassegna sorridendo. Giuseppe Pagliarulo è diventato cantautore e non se ne è accorto, quando per necessità, quando gli è stato imposto dalla sua solitudine, ha imbracciato la chitarra acustica lontano da casa e si è accorto, suo malgrado, di essere lontano principalmente da se stesso.

Il primo disco è un “punto della situazione”, una massa di sensazioni, delusioni, rimpianti che si sono sedimentati nella pancia per anni e poi venuti fuori in maniera spontanea, quasi inconsapevole. Giuseppe Pagliarulo non è un cantautore nel senso stretto del termine, ossia dell’intellettuale che decide di alleggerire il peso delle sue parole con l’aiuto della melodia. Tutto è un tentativo di ricongiungersi, di purificarsi, senza pretese di assolute messe a fuoco o razionalizzazioni, senza ricerche di spiegazioni, ma solo col bisogno di esplodere per poter ripartire. L’unico filo conduttore dunque è l’impeto, talvolta i concetti nelle sue canzoni si contraddicono, non c’è una precisa linea teorica o un’etica predeterminata. Impalcature non ce ne sono e non ne troverete.

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi