Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Interviste | Pubblicato il 19 febbraio 2015

Red roosters2

Siamo lieti di presentarvi, in anteprima esclusiva, il nuovo brano di The Red Roostersquintetto milanese che ha debuttato nel 2013 con il singolo “I Was a Roster“. La formazione comprende Jaja Cislaghi (Voce), Edoardo Grimaldi (chitarra e voce), Carlo Calcaterra (chitarra), Federico Ardemagni (basso), Muddy Brambilla (batteria). Il nuovo ep si intitola No Disgrace e uscirà ufficialmente il 12 Marzo come Autoproduzione. Vi proponiamo lo streaming di “Hold My Head” che vede il contributo di Mauro Pagani (Organo, Backing Vocal) che ha prodotto l’ep: il brano risulta una suggestiva ed elaborata “ballata” in bilico fra armonia globale e un movimento ritmico  e tensione controllati. Dopo lo streaming, vi proponiamo una breve intervista con la quale approfondiamo il loro nuovo lavoro.

red roosters

“No Disgrace Ep” è il vostro nuovo ep. E’ stato composto in circostanze particolari: una nuova formazione, l’intenzione di scrivere un full-lenght e poi qualcosa che ha “sconvolto” i vostri piani. Raccontateci come è nato questo ep.

L’intero EP effettivamente è nato ed ha preso forma in un periodo per noi molto confusionale: da un lato il cambio di formazione con l’arrivo di Muddy alla batteria e tutto ciò che un cambio di batterista comporta negli equilibri artistici di una band, dall’altro la volontà di volere a tutti costi registrare un LP, per così dire, “fregandocene” del fatto che forse prima sarebbe stato meglio aspettare che Muddy si integrasse al 100%. Poi l’incontro con Pagani, il quale era già rimasto colpito dal nostro singolo di debutto ‘I Was A Rooster’; ci ha invitato dal lui in studio alle Officine Meccaniche per proporci di registrare un EP di 4 pezzi. Sai, per quanto fosse forte il nostro desiderio di registrare un LP, quando hai davanti un personaggio del calibro di Mauro Pagani tutto il resto perde d’importanza… Abbiamo accettato al volo! Siamo entrati in studio il 15 maggio con tantissime idee ma poche certezze e siamo usciti il 18 maggio con 4 brani forti e ben strutturati. E’ un lavoro spontaneo e impulsivo, poco ragionato ma molto, molto sentito.

L’ep è prodotto da Mauro Pagani. Che importanza e impatto ha avuto, considerando il risultato finale dell’ep, la sua figura sul vostro lavoro?

Aver avuto la possibilità di lavorarci a stretto contatto per 3 giorni ci ha riempiti di gioia e di orgoglio, oltre ad averci trasmesso una fortissima carica. Con lui in sala di regia ogni cosa sembra più semplice di quanto non lo sia in realtà: su Hold My Head, per esempio, dopo i primi take ci siamo resi conto che mancava qualcosa e lui ha avuto l’idea di suonare delle parti con l’organo che hanno completamente cambiato il volto della canzone; oppure su No Disgrace, l’idea di farla 10 bpm più veloci è stata sua e noi da principio eravamo scettici, poi suonandola ci siamo lanciati un’occhiata d’intesa e abbiamo pensato “Ok! Ci siamo!”. La sua figura ha contribuito a creare un clima e un’atmosfera molto ispirata e, quando ciò accade, tutto diventa bellissimo oltre che semplice. Dobbiamo tantissimo anche a Giuseppe Salvadori, tecnico delle Officine Meccaniche, professionista esemplare, bravissimo a catturare dalla regia tutta l’atmosfera che si creava al di là del vetro.

Come affrontate i live rispetto alla composizione in studio? Sono previste date per la promozione dell’ep?

E’ in assoluto la parte del gioco che più preferiamo! Lavorare in studio è bello ma richiede anche tanta concentrazione: torni a casa la sera distrutto! Sul palco invece siamo liberi di esprimerci per quello che siamo, ossia una giovane ed energica rock’n’roll band. Anche per questo motivo non vediamo l’ora che venga pubblicato l’intero EP, perché così avrà inizio anche il nostro tour: si comincia con il release party al Ligera di Milano, posto al quale siamo molto affezionati, e poi sarà la volta di varie città italiane e estere, fra tutte Berlino, Londra e Cork!

 

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi