Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Recensioni | Pubblicato il 7 gennaio 2015

POWERDOVE

Powerdove

Arrest

Genere: Psych-Folk

Anno: 2014

Casa Discografica: Murailles Music

Servizio di:

L’artista statunitense Annie Lewandowsky sotto il moniker Powerdove, qui accompagnata da John Dieterich (chitarra e dobro) e Thomas Bonvalet (fiati, chincaglierie varie, banjo, armonica e di tutto di più), dimostra di essere cresciuta a dismisura e Arrest  – terzo disco –  non fa altro che ricamare la sua ricerca “metodica” rivolta verso un folk-noise sperimentale, undici tracce perfette per un ascolto informale e psicotropo, dodici brani che seguono una illinearità  creativa che dannatamente piace e fa proseliti.

Il senso dell’armonico, la fatturazione stilistica camuffata e una probabile visione di quello che può formattare qualsiasi forma “modaiola” qui va a farsi friggere, la cifra artistica di questa cantautrice – armata da una languida espressione sonante di pianoforte e accordion – è una continua e dolciastra dissonanza che vola di suo, traiettorie e direttrici paiono disegnate lì per lì, nel momento stesso in cui la voce emette toni flebili e incontaminati. Una magia ancestrale? Una atmosfera futuristica rivolta all’indietro? Tutto ci può stare, ma quello che alla fin fine conta è che questo ascolto ti rapisce la coscienza piano piano, un ipnotismo ben congegnato, introspettivo, che una volta messo in circolo strega, si arruffiana e ti strappa lo spirito.

Tra le tante, la magia è anche affidata al mantra echeggiante di “Into the sea”, un vecchio tic tac di un orologio che cadenza la tenerezza di “Easter story”, la frenesia tribal che scuote “Weeping willow” o il rifacimento visionario di “You make me feel bad” di Arthur Russel, ma spetta alla stravaganza assoluta di “Ordinary” il Palma Res dell’intero lotto.

Powerdove si è raffinata, a noi prenderne le essenzialità distillate.

Voto: 7/10

Tracklist:

  • 1 · When you're near
  • 2 · Into the sea
  • 3 · Easter story
  • 4 · Be mine
  • 5 · Seeing it
  • 6 · After dark
  • 7 · Weeping willow
  • 8 · You can make me feel bad
  • 9 · Paper tiger
  • 10 · Birdsong
  • 11 · Ordinary

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi