Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Recensioni | Pubblicato il 16 giugno 2015

soley_ask_the_deep_album_cover

Sóley

Ask The Deep

Genere: Alt. Folk, Dream Pop

Anno: 2015

Casa Discografica: Morr Music

Servizio di:

Ragazza prodigio del panorama musicale islandese, Sóley Stefánsdóttir è senza ombra di dubbio una delle artiste nordeuropee che ha suscitato maggiore interesse negli ultimi anni, tanto tra gli addetti ai lavori quanto in quella importante fetta di pubblico ormai innamorata delle sonorità provenienti dalla piccola isola nordica.

Polistrumentista già membro del collettivo Seabear fino al 2010, Sóley ritorna a circa quattro anni di distanza dall’esordio We Sink e dopo un intermezzo strumentale intitolato Krómantík, con Ask The Deep, un lavoro affascinante e ricco di sfumature, nel quale i consueti suoni misteriosi ed oscuri fanno il paio con una scrittura folk-pop elegante ed orecchiabile, guidati da una vocalità ormai inconfondibile.

Quella stessa vocalità in grado di rendere “angelica” anche una danza col diavolo (“Devil”) o i tratti cupi di “One Eyed Lady” e “I Will Never”, in un alternarsi ammaliante di luci e tenebre.

Pezzi come “Ævintýr”, “Follow Me Down” e “Breath” spingono invece l’ascolto verso derive fiabesche e policromatiche, perfette colonne sonore per viaggi sia fisici che mentali in luoghi inesplorati, al pari dell’elegante “Halloween”, il cui incedere avvolgente invoglia a dimenticare tutto per lasciarsi cullare dai suoni provenienti dalle casse.

A chiudere il cerchio sono, infine, la trasognante (come suggerisce il titolo stesso) “Dreamers” e “Lost Ship”, traccia di chiusura quasi sussurrata sulle note di un pianoforte ermetico.

Tutte le buone impressioni sulla giovane musicista islandese vengono così confermate in un lavoro che, a buon diritto, può essere già annoverato tra le migliori uscite di quest’anno, pronto a far innamorare sia i primissimi fan di Sóley quanto coloro che ne scopriranno il talento soltanto ora, rapiti come saranno da un racconto sonoro lontano anni luce dalla realtà.

Voto: 8/10

Tracklist:

  • 1 · Devil
  • 2 · Ævintýr
  • 3 · One Eyed Lady
  • 4 · Óhljóð
  • 5 · Halloween
  • 6 · Follow Me Down
  • 7 · Breath
  • 8 · I Will Never
  • 9 · Dreamers
  • 10 · Lost Ship

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi