Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Recensioni | Pubblicato il 6 febbraio 2013

Mountains Centralia

Mountains

Centralia

Genere: post-rock, drone-ambient

Anno: 2013

Casa Discografica: Thrill Jockey

Servizio di:

Mountains ci consegna il suo settimo sigillo (tra formati “lunghi” e “medi”) con un adeguamento naturale del suono alla propria ennesima fase sperimentale, calibrandone la lunghezza e l’intensità con una lucidità e una precisione chirurgiche.

Il duo californiano formato da Koen Holtkamp e Brendon Anderegg riadatta la sua cifra stilistica che naviga a vista tra kraut, ambient e post rock, ma qui ancora più – dissolutamente – la svincola dai generi – generici – soprattutto per un uso oculato di polifonie acustiche dettate da strumenti quali chitarra, violoncello, organo, piano elettrico; non mancano i leganti elettronici sotto forma di texture elegantissime ma anche, per contrappasso, di altrettante allucinate piece rumoristico-umorali. Il disco respira e sospira, aleggia e circonda, si alimenta  della sostanza dei sogni ma restando ben piantato per terra; è declinazione ambientale nel senso allegorico del termine ma trasuda energia che sublima quella parvenza di tediosità dettata forse dalla lunghezza dei brani.

Il controluce esasperato delle recenti foto che ritraggono i “montanari” è un’indicatore della forzata sovraesposizione che lascia solo intravedere il soggetto sonoro: bisogna aguzzare gli orecchi per cogliere il meglio delle sensazioni che i sette brani esprimono e al contempo restare attenti a quello che potrebbe succedere in seguito. Sand principia la raccolta con una fantasia frizzante e incalzante che scandisce il (non) tempo senza fretta, una clessidra sonora che, senza apparente fine, adatta la sabbia alle pareti virtualmente assenti: un incanto sottolineato talvolta da un violoncello struggente.

Identical Ship è una trasparente – insistente – linea di chitarra acustica appena, appena violata da inserimenti estranei di synth e piano solo.  Circular C è Terry Riley e The Field insieme, suadente e avvolgente come da titolo: il pezzo ipnotico da manuale, ben costruito nelle sue scarne (ma molteplici) parti ma che vorresti non finisse mai. E poi c’è Tilt contraddistinto da due anime equidistanti, una chitarra acustica minimale crea un fraseggio in evoluzione mentre un drone sottilissimo prima gli fa da ombra poi si dissocia e la trascina altrove: una perla di saggezza vibratoria. Propeller riassume tutti i passati aggettivi sonori delle Montagne cambiando – virtualmente – un po’ le carte in tavola, e conduce l’improvvido ascoltatore in un trip droneggiante implacabile che parte in sordina e via via cresce in fragore,  impastato di wha-wha  e di alchimie sintetiche invasive fino al raggiungimento per consunzione (dopo 20 minuti) di uno stato di semi-quiete: qui però la risacca è ancora più inquietante del resto del brano.

Per Liana le scelte ricadono su una “tortoisiana” esperienza lisergica che rimbalza di riverberi campaniformi e strali sonici, la materia sprigiona energia primordiale e gli effetti – da pedaliera chitarristica evoluta – che ne derivano sono devastanti. Finalmente, dopo mezz’ora passata nei meandri di un’ossessione piacevolmente caotica e psicotica, arriva la liberazione estatica di Living Lens che pur non riappacificandosi del tutto con gli appena passati clangori, accenna a una più illuminata e ragionevole compostezza verso un paradiso che potrebbe non esserlo del tutto. Prova di forza del duo statunitense che sviluppa compiutamente le sue ossessioni in modo mai così esaustivo, presentando un conto “salato” a chi lo credeva ammansito e standarizzato.

Voto: 7,5/10

Tracklist:

  • 1 · Sand
  • 2 · Identica Ship
  • 3 · Circular C
  • 4 · Tilt
  • 5 · Propeller
  • 6 · Liana
  • 7 · Living Lens

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi