Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Recensioni | Pubblicato il 23 aprile 2013

Kill the nice guy

Kill the nice guy

Confusion

Genere: Noise, Grunge, Post rock

Anno: 2012

Casa Discografica: Autoproduzione

Servizio di:

Accendete lo stereo e piazzate i Kill the nice guy: resterete fulminati fin dalla prima traccia, “MP, che con un intro distorto e assordante sfocia in un fiume ritmico e sonoro. E’ l’inizio di Confusion, il nuovo disco del power trio toscano composto da  Marianna Magni (voce e chitarra), Irene Bavecchi (voce e basso) e Neri Pecchioli (batteria).

Un’odissea dissonante di melodie e rumori curati a dovere. Niente è lasciato al caso. Grazie a una potente ritmica e linee di basso taglienti, Confusion si muove con disinvoltura fra sonorità grunge, noise e post rock. Non si tratta di un’operazione nostalgia, né di un mero tentativo di celebrare un’epoca che fu. I Kill the nice guy sanno il fatto loro. Dimostrano di aver ben appreso a pieno la lezione della rivoluzione rock degli anni ’90, ma pur rifacendosi a quello stesso stile, elaborano composizioni del tutto personali.

Ne sono un esempio “Not for you dal ritornello “urlato” con forza su una batteria dal tiro grintoso e preciso, o “Flesh for sale, adatta per farsi largo fra il pubblico e avviarsi sotto il palco grazie al suo potentissimo andamento dinamico, corposo e progressivo. Ed è proprio il ritmo a uscirne vittorioso. Basso e batteria volano di pari passo calibrando ogni singolo tocco, fino a confondersi in un unico corpo ritmico capace di ipnotizzare l’ascoltatore. Anche se alcuni brani come “Closed o la più eccentrica “Bemuse rimandano a un immaginario tipicamente noise, il cui debito con i Sonic Youth si fa sentire con evidenza, il gruppo dimostra una propria originalità esecutiva/compositiva dalla seconda metà del disco in poi. Si ascolti ad esempio “Dead woman walking, l’unico momento in cui l’ascoltatore ha il tempo di riprendere fiato, o “Intro, un coinvolgente pezzo strumentale capace di risvegliare il ricordo della Seattle più grunge. Eppure, dietro a questo brano si nasconde una possibile via diretta verso nuove sonorità future che meritano di essere ampliate.

Confusion è dunque un disco che mira a dissipare la nebbia delle incertezze, alla ricerca di alternative soluzioni stilistiche, senza cadere nel tranello dei soliti schemi. Per ascoltare qualcosa di davvero elettrizzante, forse, dobbiamo aspettare un po’ di tempo, ma i numeri ci sono tutti e le carte migliori devono essere ancora scoperte. Attendiamo la mossa decisiva.

Per adesso i Kill the nice guy proseguono il loro lungo, e si spera redditizio, percorso musicale iniziato nel 2003, che li ha portati a partecipare al Taubertal Festival in Germania.

Voto: 6,5/10

Tracklist:

  • 1 · MP
  • 2 · Selfish
  • 3 · Hole
  • 4 · Not for you
  • 5 · Cloes
  • 6 · Dead woman walking
  • 7 · Bemuse
  • 8 · Flesh for sale
  • 9 · Intro
  • 10 · Run

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi