Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Recensioni | Pubblicato il 4 dicembre 2013

Dotzauer

Dotzauer

Deep

Genere: Post-Metal

Anno: 2013

Casa Discografica: Red Sound Records

Servizio di:

Va riconosciuto il lavoro dell’etichetta molisana Red Sound Records che sta portando molte band interessanti all’attenzione del pubblico. Fra le realtà proposte, ci sono i Dotzauer. La band è composta da Matteo Gasparin (chitarra), Sebastiano Pozzobon (basso), Nick Rigato (batteria), Alberto Brunello (voce) e Francesco Del Pia (tastiere, samples). Il loro album di debutto si intitola Deep. 

Un concept sull’annegamento che potrebbe essere inteso sia fisico che spirituale. Questa sensazione viene espressa in modo ottimale attraverso le sfumature della loro musica: per convenienza abbiamo adottato la generica etichetta di post-metal ma le sei composizioni oltrepassano ampiamente l’aspetto monodirezionale del genere.

Infatti oltre alle sonorità robuste e “urlate” (le tensione  tuonante di “Organic Silver“), ci sono altri due temi che dominano l’album: uno prevalente riguardante l’aspetto ambientale della loro musica nel quale le distorsioni vengono razionalizzate senza perdere l’aspetto ruvido (“Water Buries the Skyline“, gli sbalzi ritmici di “Shreds of Consciousness“); il suono stesso viene efficacemente soffocato come avviene in “Deepster“.  L’altro riguarda la ricerca di un’armonia che si manifesta attraverso la trasposizione orizzontale verso territori post-rock (la prima parte di “Air Hunger”) che trovano soluzioni più musicali. Tutti questi aspetti vengono ben condensati nei sette minuti del brano conclusivo “When the Soul and the Abyss Wave to Each Other“.

Una buona prima prova che mette in mostra una varietà apprezzabile e che risulta la base per una dinamicità della loro musica: con i giusti incastri potrà raggiungere livelli notevoli, soprattutto se si continua a lavorare sulla razionalizzazione del suono.

Voto: 6,5/10

Tracklist:

  • 1 · Organic SIlver
  • 2 · Water Buries the Skyline
  • 3 · Deepster
  • 4 · Air Hunger
  • 5 · Shreds of Consciousness
  • 6 · When the Soul and the Abyss Wave to Each Other

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi