Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Recensioni | Pubblicato il 17 aprile 2014

Ava luna

Ava Luna

Electric Balloon

Genere: Alt-r'nb, Avant-rock/pop

Anno: 2014

Casa Discografica: Wester Vinyil

Servizio di:

Ava Luna è un quintetto newyorkese composto da Ethan Bassford (basso), Felicia Douglass (voce, sintetizzatore), Julian Fader (batteria), Carlos Hernandez (voce, chitarra, sintetizzatore), Becca Kauffma (voce, chitarra). Dopo Ice Level del 2012, il 4 Marzo è uscito un  nuovo album intitolato Electric Balloon.

Il primo brano estratto “PRPL“, che vi avevamo presentato qualche settimana fa, poteva trarre in inganno sul quadro globale dell’album: Carlos Hernandez fa posto alla seducente voce di Becca Kauffma che porta la loro musica su un mood notturno con una prevalenza di struttura r’n'b.

Ma il quadro generale è molto più ambizioso: sfruttare le potenzialità vocali per incrociare quel percorso stilistico (riconfermato in maniera plateale con “Hold U“)  con una forma libera che prende ispirazione soprattutto dall’impostazione no-wave della musica e dal concetto più contemporaneo di contaminazione (i richiami funk e psichedelici di “Plain Speech“, il rumorismo misurato di “Judy“).

Ci sono pezzi in cui i tentativi di affievolire la linearità della composizioni sono timidi e si allineano con un concetto semi-melodico della loro musica: “Crown” è l’esempio più evidente da questo punto di vista. Ma anche “Ab Ovo” e “Electric Baloon” vanno in questa direzione, anche se in quest’ultima l’ispirazione (post-)punk è più evidente.

Il primo brano “Daydream“, invece, ci porta in tutt’altra strada: viene fuori subito il tentativo di destrutturazione e di simulare un’improvvisazione ragionata che porta ad una efficace sregolatezza ritmica. L’idea del controllo emerge in “Sears Roebuck M&Ms“,  nel quale il tempo si dilata e si spezza contemporaneamente. “Genesee” è il pezzo che meglio dimostra la loro bravura: viene dato risalto all’ampiezza e alle sfumature vocali con un arrangiamento che esalta gli spazi vuoti e la parte minima della composizione, dando una nuova prospettiva dell’idea di riferimento.

Il gruppo, con questo secondo lavoro, ha portato a un dialogo di continuità fra passato e presente: la versatilità stilistica è stata resa pasta malleabile al servizio dell’idea di fondere pulsioni moderne (future sound) con non-strutture che richiamano i loro punti di riferimento.

Voto: 7,2/10

Tracklist:

  • 1 · Daydream
  • 2 · Sears Roebuck M&Ms
  • 3 · Crown
  • 4 · Aquarium
  • 5 · Plain Speech
  • 6 · Electric Balloon
  • 7 · PRPL
  • 8 · Hold U
  • 9 · Judy
  • 10 · Genesee
  • 11 · Ab Ovo

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi