Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

News | Pubblicato il 9 aprile 2015

Vi segnaliamo un altro interessante evento a cura dell’Associazione Culturale Interzona (Verona) con il progetto Note a Margine. Si tratta del secondo di cinque workshop previsti. Il 16 e il 17 Aprile si svolgerà a Interzona il workshop tenuto da Alfred Darlington, ovvero Daedelus e dal titolo Live performance techniques in discussion, theory and application“.

daedelus03 quadrato

Daedelus
Come il suo omonimo mitologico Dedalo, Alfred Darlington, conosciuto nel mondo della musica come Daedelus, è un inventore, un creatore di labirinti sonori sui generis, capace di combinare in modo innovativo i suoni di una personale ed eclettica tavolozza elettronica. Daedelus originario di Santa Monica, in California, attualmente vive e lavora a Los Angeles. Formatosi a contrabbasso e clarinetto basso come musicista jazz, Alfred Darlington è un musicista polistrumentista (chitarra e fisarmonica tra gli strumenti suonati). Sin dagli esordi della sua carriera come Daedelus ha invece scelto di percorrere la via della elettronica, realizzando dal 2001 ad oggi 15 album, divendo uno dei produttori più innovativi dell’ultimo decennio, grazie alle capacità di incorporare campioni e samples degli anni ‘30 e ‘40 nella sua produzione artistica e di costruire un suono a cavallo tra IDM (intelligent dance music) quanto a left-field hip-hop.

Live performance techniques, in discussion, theory, and application

Negli aspetti di produzione di una live performance nel panorama contemporaneo vi sono ormai molti aspetti che caratterizzano e strutturano quella che è un’espressività. Gli aspetti di un suono convincente, di un beat perfettamente allineato ad un’idea estetica, di un’interpretazione concreta tra suono, gesto e devices, si concretizzano tanto nel processo di produzione quanto nella loro ideazione espressiva.

Nella poliedrica costruzione musicale ed estetica di Daedelus emergono quelle che sono le molteplici sfaccettature di un suono contemporaneo complesso ma altrettanto lineare, pieno di chiaro scuri, tonalità morbide e pesanti, belle e spaventose. Questo suo profilo delinea un approccio innovativo anche per il workshop che si andrà a sviluppare, influenzato tanto dalla discussione teorica quanto da una sua applicazione pratica. Definendo così un’esperienza musicale nel campo dell’elettronica inserita nell’era della computer music, dalla sintesi sonora al suo soundsystem, dall’operatività di device completamente programmabili per una totale esperienza espressiva, ad una più conscia analisi musicale in relazione anche ai movimenti socio-culturali.

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi