Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Recensioni | Pubblicato il 14 marzo 2013

Flume

Flume

Flume

Genere: Future Sound, Dubstep

Anno: 2013

Casa Discografica: Future Classic, Transgressive

Servizio di:

Flume, pseudonimo di Harley Streten, lo avevamo notato già nel 2012 e ve lo abbiamo presentato in occasione dell’uscita del singolo “Star Eyes“. Dopo un ep, quest’anno è arrivato il debutto su Future Classic e Transgressive.

L’artista australiano abbraccia in pieno la filosofia del Future Sound e si appropria subito di una posizione di rilievo imponendo uno stile marcato e definito. Dalla base dubstep partono i vari fili sul quale si dirama la sua musica: il soul, le strutture hip-hop, la divagazioni r’n'b e un retrogusto pop che caratterizza tutta l’opera. Al perfezionamento del disco ha contribuito la presenza di ospiti di un certo calibro tra i quali Chet Faker e  George Maple.

L’introduttiva “Sintra” mette subito in evidenza la multi-stratificazione della sua musica con beat incisivi e pulsanti che si incrociano con la grazia vocale e ritmi cadenzati. Il tessuto hip-hop comincia ad insinuarsi nella successiva “Holdin on” e si manifesterà palesemente in “On top”  che vede il contributo di T.shirt; mentre la componente melodica viene fuori in “Left Alone” nella quale è fatto un gran lavoro a livello vocale. Lo stesso discorso si può fare per quanto riguarda “Bring You Down”. 

Stay Close” ci porta ad un altro strato della sua musica: ritmi più distesi, le immancabili voci di sottosfondo, un sound raffinato e ricamato che ricorda molto le inutizioni di Flying Lotus. “Change” è un’altra mastodontica prova perchè è il pezzo che meglio riunisce tutte le anime che convivono nella musica di Flume. “Ezra” riprende il percorso verso un’elettronica dalle venature r’n'b; al contrario “More Than a Thought” esplora campi più sperimentali con una ricercata irregolarità. Menzione speciale per la classe di “What You Need”, nella quale potrete notare la qualità con il quale maneggia i synth.

Un esordio straordinario che ci consegna un nuovo talento dell’elettronica che ha saputo ben interpretare il movimento del Future Sound e farlo proprio, navigando con abilità tutte le sfumature del genere. Segnale di una grande personalità e un consistente talento.

Voto: 7,5/10

Tracklist:

  • 1 · Sintra
  • 2 · Holdin On
  • 3 · Left Alone (feat. Chet Faker)
  • 4 · Sleepless (feat. Jezzabell Doran)
  • 5 · On Top (feat. T.Shirt)
  • 6 · Stay Close
  • 7 · Insane (feat. Moon Holiday)
  • 8 · Change
  • 9 · Ezra
  • 10 · More Than You Thought
  • 11 · Space Cadet
  • 12 · Bring you Down (feat. George Maple)
  • 13 · Warm Thoughts
  • 14 · What You Need
  • 15 · Star Eyes

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi