Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Recensioni | Pubblicato il 23 aprile 2013

Renato Figoli

Renato Figoli

Funkholic

Genere: Alt-Techno, Deep House

Anno: 2013

Casa Discografica: Amam Reocrds

Servizio di:

Negli ultimi anno stiamo riscoprendo la Sardegna come terra natia di molti producer che si stanno imponendo a livello internazionale. Pensiamo a Saffronkeira e al suo grande e meticoloso lavoro, tant’è che la  Denovali Records ha prodotto i suoi primi due album. Ma se quest’ultimo ci ha fatto conoscere il lato oscuro dell’elettronica, c’è anche chi ha saputo dare una visione diversa del genere.

Stiamo parlando di Renato Figoli, producer e musicista sardo, che si era fatto notare nel 2008 con l’album di debutto Dirty & Lost. E’ anche fondatore della label TantoQuanto. Il nuovo album Funkholic arriva dopo cinque anni ed esce per l’AMAM Records di Alessio Mereu.

Figoli cerca di allontanarsi dagli standard della techno travasando il tutto in impasti vicino alla deep house, con una forte impronta jazz e funk (il virtuosismo di “Funkholic”) grazie alle azzeccate collaborazioni del chitarrista Carlo Ditta e del trombettista Mario Massa. Ma non mancano le sfumature ambientali, le minimali incursioni rumoristiche (la spettrale “Super Lemon Vapor“) e accenni al dub (“Night Express“).

L’eleganza della costruzione del suono viene fuori subito in “Underpool”  nella quale si può ammirare l’essenziale intervento della chitarra. La tromba e piccoli graffi caratterizzano l’intro di “”Anymore”, brano dall’approccio ambientale (che ritroveremo anche in “And Again”),  che si avvale dell’apporto vocale di  Neville Attree.

Tra i brani migliori del lavoro c’è “Buck a Guy” , brano teso con beat minimali (per la maggior parte della durata del brano) ma molto efficaci. Anche “Call One” è canalizzata in questa direzione  ma con la differenza del doppio strato sonoro creato dalla chitarra.

Un disco radicato nelle ritmiche ma estremamente variabile nelle forme con cui si presenta. Il producer sardo dimostra di saper realizzare intrecci “danzerecci” razionalizzandoli e soprattutto rendendoli dinamici dal punto di vista della composizione. Un secondo lavoro che conferma le sue capacità.

 

Voto: 7/10

Tracklist:

  • 1 · Underpool
  • 2 · Anymore feat. Neville attree
  • 3 · Funkoholic
  • 4 · And Again
  • 5 · Buck A Guy
  • 6 · Call One
  • 7 · Super Lemon Vapor
  • 8 · Morning Express
  • 9 · Night Express

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi