Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Recensioni | Pubblicato il 11 febbraio 2015

Keenya

Keenya

Gone Home

Genere: Electro-ambient, Soundscapes

Anno: 2015

Casa Discografica: Hush Hush Records

Servizio di:

La Hush Hush Records è una label di Seattle che lavora molto bene sin dalla sua fondazione. Abbiamo parlato spesso delle loro produzioni che si focalizzano su vari stili di elettronica (Slow Year, Chants, Cock & Swan, Hanssen e altri) che vi abbiamo documentato negli anni.

Keenya è un altro interessante producer che si aggiunge al progetto dell’etichetta statunitense: il vero nome dell’artista londinese è Ricky Fabulous ed è noto per far parte del trio Belleruche. Gone Home è il suo primo full-lenght e arriva a quasi due anni dall’ep While Everyone SleepsQuest’ultimo rappresentava un inevitabile “figlio” del future sound mentre le dodici tracce dell’esordio rivelano un cambiamento.

Il producer britannico lascia parzialmente le pulsioni ritmiche (presenti in maniera limitata in “Inside“) a favore di costruzione di paesaggi sonori notturni che si basano soprattutto su strutture ambient (“Room“)e field-recording provenienti da città come Atene, Kiev e Bucarest. Un viaggio urbano che esplora soprattutto il lato “cupo”  come rivelano le minacciose percussioni dell’iniziale “Dust“, contrastando il flusso sonoro accompagnato da echi vocali,e  la tensione di “Blue“. Il suono cade anche in minimalismi travagliati come accade a tratti in “Outline” e soprattutto in “Glass“. Non mancano le aperture melodiche come avviene in “Bright” e “Bleached” o nel chiaroscuro di “Hold” o quello “rumoroso” di “Touch“.

Un ottimo lavoro del producer britannico che disegna perfettamente suggestioni oscure e cupe che rivelano la sua abilità di architetto del suono e la capacità di dare un’anima “calda”(e da effetti cinematografici) ad un suono che apparentemente è “freddo” nelle intenzioni e che in più di un occasione rivela la chiarezza del cielo dell’artiwork.

Voto: 7/10

Tracklist:

  • 1 · Dust
  • 2 · Bright
  • 3 · Outline
  • 4 · Room
  • 5 · Hold
  • 6 · Bleached
  • 7 · Glass
  • 8 · Touch
  • 9 · After
  • 10 · Inside
  • 11 · Blue
  • 12 · Rails

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi