Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Hidden Sounds | Pubblicato il 9 maggio 2012

Ecco la raccolta di tutte le proposte di Mario Esposito per la rubrica serale “Hidden Sounds”: un viaggio in pillole alla scoperta di nuove sonorità e interessanti nomi della musica alternativa. Questo è il capitolo 13.

Hidden Sounds cap. 13

23/04 – Ornaments

Gli Ornaments sono una band nata tra Lombardia ed Emilia Romagna nel 2003, dall’incontro di Simone, Davide, Alessandro e Riccardo, quattro ragazzi che uniscono le proprie precedenti esperienze musicali (tra cui The Death of Anna karina, Rue de Van Gogh e Hangin’ on a Thread) per dare vita a un progetto sperimentale che strizza l’occhio tanto al post-rock quanto al drone-metal. Rumorosi, distorti e possenti, gli Ornaments realizzano due ep senza titolo, il primo nel 2004 e il secondo nel 2011, entrambi scaricabili gratuitamente dal loro sito o dalla pagina Bandcamp. Dall’ep del 2004, ascoltiamo la traccia numero 2.

–> 2

Suoni duri ed energici rappresentano il biglietto da visita degli Ornaments, che, in pezzi dalla durata spesso portata all’estremo, riescono a creare atmosfere oscure ma coinvolgenti in cui danno ampio sfogo alla propria capacità espressiva. Il loro secondo ep è uscito nello scorso mese di ottobre: questa è “Oannes”.

–> Oannes

 Link: http://ornaments.bandcamp.com

24/04 – DakhaBrakha

DakhaBrakha è l’unione delle due parole ucraine corrispondenti ai termini dare e ricevere: “dare”, con riferimento alla capacità di regalare musica ed emozioni;  “ricevere”, come energia che può derivare tanto da una “fonte locale” quanto da qualsiasi altro luogo. I DakhaBrakha, originari di Kiev, tengono fede all’origine del proprio nome, cercando di mescolare sonorità tipiche del proprio Paese con contaminazioni provenienti da altre culture ed altri stili: ne viene fuori una musica originale ed evocativa che colpisce al primo ascolto. Il primo pezzo che ascoltiamo si intitola “Specially for you” ed è contenuto nel loro lavoro, più recente, “Light”, pubblicato nel 2010.

–> Specially for you

Musica etnica contaminata da atmosfere di altri mondi, suoni della tradizione e influssi moderni: gli ucraini DakhaBrakha si presentano come un originale miscuglio di generi e influenze. Ancora da “Light”, album del 2010, ascoltiamo “Please don’t cry”.

–> Please Don’t Cry

Link: http://dakhabrakha.bandcamp.com

25/04 – repair

Praticamente impossibile scoprire qualcosa in più su questi repair, duo giapponese composto dalla pianista Yuka Taniguchi e dal visual artist Akira Kusaka. Una pagina Bandcamp con tre toccanti brani al pianoforte caratterizzati da melodie aggraziate e sognanti, un Tumblr ricco di splendide illustrazioni, una pagina Facebook in cui si contano ancora pochissimi fan e poche altre righe per lo più accessibili solo a chi mastica ideogrammi. Per stavolta ci accontentiamo di ascoltarli: loro sono i repair e questa è “pianoscream”.

–> pianoscream

Un pianoforte minimalista che dipinge una melodia incantevoli da cui lasciarsi rapire: è “座った目” (magari qualcuno di voi che conosce il  giapponese riuscirà anche a tradurre il titolo e dirci la pronuncia esatta), terza traccia estratta da “pianoscope”, demo ep dei giapponesi repair.

 –> 座った目

Link: http://repair-art.bandcamp.com/

27/04 – Pavel Enzi

Elettronica leggera e dalle atmosfere quasi “cinematografiche”, è il mondo musicale di Pavel Enzi, compositore messicano che si fa accompagnare, nella sua avventura, da Polo Vega e dall’illustratore Jorsh Peña. La musica di Pavel Enzi è come un flusso di immagini che scorrono nella memoria, creando piccoli vortici emozionali e piacevoli distacchi dalla realtà: il suo primo lavoro è “Not far from our imagination” e questa è “Kite”.

–> Kite

Not far from our imagination” è il primo ep del messicano Pavel Enzi: cinque tracce che fanno da dolce sottofondo ai più ispirati viaggi dell’immaginazione, tutte ascoltabili dalla pagina Bandcamp dell’artista (http://pavelenzi.bandcamp.com). Il secondo brano che vi proponiamo si intitola “Last morning”.

–> Last Morning

Link: http://www.pavelenzi.com

30/04 – seri fana

I seri fana sono in quattro, arrivano da Tampa, Florida, e si presentano con un album d’esordio di assoluto spessore, caratterizzato da un pop-folk sperimentale ricco di sfumature e dagli arrangiamenti per nulla prevedibili. Sette tracce tutte da godere, meglio se ad occhi chiusi: l’album si intitola “Atlas” e questa è “Boethius’ Savior, Ungrateful Lovers”

–>  Boethius’ Savior, Ungrateful Lovers

Un lavoro dai mille colori, che si dipana tra lievi intrecci musicali e sorprendenti  tocchi di stile: “Atlas”, esordio degli statunitensi seri fana, è un piccolo gioiello da scoprire traccia dopo traccia. Il secondo brano che vi proponiamo è “Oh my!”.

 –> Oh My

Link: http://serifana.bandcamp.com

02/05 – Aloonaluna

Suoni avanguardisti, sospesi tra dream pop e ambient, caratterizzano il lavoro di Aloonaluna, progetto della cantautrice statunitense Lynn Fister. Nata a Tallahassee (Florida) e cresciuta tra Arabia Saudita, Indonesia e la stessa Florida, dopo una serie di collaborazioni, Lynn inizia il suo progetto solista nel 2008, unendo suoni campionati e strumenti acustici. Il suo primo lavoro è il doppio album “Aloonaluna” (2010) composto dai dischi “A Loon A Luna” e “Bird Milk”, dal primo dei quali, ascoltiamo “Backyard Eyes”.

 –> Backyard Eyes

Il secondo album di Aloonaluna esce nel mese di febbraio del 2012 e si intitola “Bunny”. La sperimentazione dell’artista statunitense si fa ancora più marcata e i suoni diventano a tratti visionari ed inaccessibili, risucchiando in questo asfissiante vortice anche la sezione vocale. Il brano che ascoltiamo, e del quale vi proponiamo il video ufficiale diretto da Robbie Goethe e dalla stessa Lynn Fister, si intitola “Boom boom porn radio”.

 –> Boom Boom Porn Radio

 Link: http://aloonaluna.com

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi