Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Recensioni | Pubblicato il 21 settembre 2015

Royal Headache

Royal Headache

High

Genere: Garage-Punk, Pop-Rock

Anno: 2015

Casa Discografica: What’s Your Rupture?

Servizio di:

Royal Headache è una band australiana, guidata dal carismatico Shogun (cantante con un passato in band di estrazione hardcore), che ha debuttato nel 2012 con un album omonimo; un lavoro che metteva in evidenza l’irruenza della band sia dal punto di vista dei testi che da quello sonoro in un’ottica punk.

Tre anno dopo, è arrivato la seconda prova intitolata High che porta piacevole conferme sulle capacità della band ma che rivela anche un’evoluzione del suono. Resta la componente punk e l’animo ma il suono risulta in molti pezzi più equilibrato e meno irruento ma pur sempre convincente.

L’artwork rivela parzialmente il mood e il tema centrale: la foto di una struttura situata a Petersham. Shogun ha dichiarato: “I’ve been in there and it’s really beautiful. It’s a weird tranquil glade around this ugly industrial structure. It seems to symbolise something about inner-west life.” Una sorta di rappresentazione dello stato decadente del mondo ma non in una visione totalmente negativa.

My own fantasy“, “Little Star” e “Another World” sono il legame più immediato con il precedente album. “Love Her If Tried” è l’emblema di un’irruenza contenuta ma pulsante che sposta l’attenzione anche su introspezione contenuta in ritmi serrati ma controllati (vedi anche “High” e soprattutto il devastante incedere di “Garbage“). Un discorso simile può essere fatto per “Need You” che rivela anche echi più melodici. Il cambio netto si sente in pezzi come “Wouldn’t You Know ” e “Carolina” che percorrono percorsi stilistici vicini al pop-rock d’autore.

I Royal Headache hanno cambiato le regole del gioco senza tradire il loro background, elaborando le loro inclinazioni per un disco più riflessiva ma non priva di intensità. Un’ottima seconda prova che conferma anche un notevole livello di scrittura anche in relazione alla versatilità dei temi trattati, dal sociale all’introspezione con scioltezza e incisività.

Voto: 7/10

Tracklist:

  • 1 · My Own Fantasy
  • 2 · Need You
  • 3 · High
  • 4 · Another World
  • 5 · Wouldn't You Know
  • 6 · Garbage
  • 7 · Love Her If I Tried
  • 8 · Carolina
  • 9 · Little Star
  • 10 · Electric Shock

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi