Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Into the wild | Pubblicato il 5 marzo 2013

Dodicesimo appuntamento con la nostra rubrica di approfondimento tematica: SoM Into The Wild (presto caricheremo i vecchi articoli sul nuovo sito). E’ uno spazio che vuol fare emergere la musica meno conosciuta utilizzando strumenti come Bandcamp, Lastfm, Myspace, la sempre utile Wikipedia e così via. Oramai il web è intasato di nuove band e formazioni ed è praticamente impossibile seguire tutti. Le nostre fonti sono i social network musicali, wikipedia, le nostre conoscenze personali e varie webzine musicali.

La rubrica ha cambiato struttura: viene eliminata la prima parte (sostituita da appuntamenti come Hidden SOunds e Saturday Come Slow) e  e viene irrobustita la  seconda parte che ha l’intento di farvi scoprire la musica del presente e del passato di una determinata nazione o città.

Vi presentiamo dieci artisti proveniente dalla vicina Grecia, una terra con una ricca tradizione musicale ma che vede una sviluppata scena contemporanea che abbraccia vari campi. Torneremo a parlarne perchè dieci artisti non esauriscono l’argomento. Buon Ascolto e Buon Viaggio!

Vangelis

Vangelis. Vangelis, nome completo Evangelos Odysseas Papathanassiou (Volos, 29 marzo 1943), è un tastierista e compositore greco. Nei primi anni sessanta fonda il gruppo pop Forminx, che diviene popolare in Grecia. Durante la rivolta studentesca del 1968 si trasferisce a Parigi e fonda il gruppo di rock progressivo Aphrodite’s Child con Demis Roussos e Loukas Sideras. Vangelis inizia la sua carriera da solista nell’anno 1973 con la composizione delle colonne sonore di due film del produttore francese Frederic Rossif. Il suo primo album da solista è Earth (1973). Assieme a Jon Anderson (cantante degli Yes) pubblica diversi dischi negli anni ottanta e novanta con il nome di Jon & Vangelis. Ascolta: So Along Ago, So Clear

Stelios Romaliadis. Stelios Romaliadis è un compositore e flautista nato ad Atene nel 1981. Può vantare parecchie collaborazioni ma il suo progetto più ambizioso è quello denominato Luup che raccoglie un consistente numero di musicisti internazionali e che ha all’attivo due album e una collaborazione con Pleq. Notevole è l’ultimo lavoro Meadow Rituals che miscelava la tradiziond folk celtica e balcanica con sonorità ambient e strutture progressive. Sta per tornare con un terzo lavoro. Ascolta: Spiralling

No Clear Mind. Mario Esposito ne ha parlato qualche tempo fa per Hidden Sounds, in questi termini: “formazione di sei elementi sospesa tra un post rock dai suoni ovattati e tenui melodie che rimandano alle affascinanti atmosfere dei Piano Magic”.Ascolta: Static

Eleni Karaindrou. La Karaindrou è un altro pilastro della musica greca.  Compositrice di notevole livello, laureata in pianoforte, nel 1967 si trasferisce a Parigi dove studia etnomusicologia e orchestrazione, improvvisa con musicisti jazz e comincia a comporre canzoni popolari. Ma sono le colonne sonore e la collaborazione con il regista  Theo Angelopoulos a renderla nota. L’esordio avviene nel 1975 con The Great Wake. Ascolta: To Vals Tou Gamou

Deadfile. I Deadfile sono un’altra scoperta ad opera di Mario Esposito all’interno di Hidden Sounds: “I Deadfile nascono nel 2010 a Corfù, Grecia, come un progetto molto particolare che intende ricondurre a strutture musicali tipiche del post-rock mondi differenti, come quelli del blues, delle colonne sonore, dell’arte pianistica e della musica popolare. Il mix si rivela particolarmente originale e sfocia nella pubblicazione di due interessanti lavori, entrambi rilasciati in free download su Bandcamp nello scorso mese di maggio”. Ascolta: This Hollow Land

The Schantharies. The Schantaries è il progetto del musicista angl-greco Andy Dagazis. Può vantare una discografia ricca di collaborazioni e produzioni. Nel 2012 arriva il debutto omonimo con questo nuovo progetto con una forte basa garage-rock ma che racchiude anche elementi folk e della tradizione popolare greca. Ascolta: The Start

Sea + Air. Progetto solo per metà greco. Infatti stiamo parlando di un duo formato dal tedesco Daniel Benjamine dalla greca Eleni. Entrambi multistrumentisti, e coppia anche nella vita, i due miscelano in modo raffinato l’attitudine folk con le melodie pop.  Hanno all’attivo un album intitolato My Hearts’ Sick Chord. Ascolta: The Heart of the Rainbow

Keep Shelly in Athens. Dopo vari 12”, remix ed ep, a luglio potremo ascoltare l’album di debutto del duo greco Keep Shelly in Athens, nato come progetto solista. Uscirà per Cascine e al momento non si hanno ulteriori dettagli. E’ possibile ascoltare il primo brano estratto intitolato Madmen Love che mette in evidenza i toni oscuri della loro musica, la ruvidità dei synth e la grazie vocale della cantante. Ascolta: Madmen Love

Sillyboy. Sillyboy è un altro progetto solista. Non conosciamo il suo vero nome, ma sappiamo che ha iniziato la carriera scrivendo jingle per la Tv. Nel 2010 fonda questo progetto e nel giro di due anni produce due album “Played” e “Nature of Things”. La sua musica risulta un pop molto colorato con forte tendenze art-rock. Ascolta: Coast to Coast

Othon Mataragas. Othon è è un compositore e musicista grecocon base a Londra. Frequente collaboratore di artisti quali Peter Christopherson e David Tibet. Othon è un musicista eclettico e virtuoso del piano. Autore di musica per film (Otto; or, Up With Dead People di Bruce LaBruce,The Angelic Conversation di Derek Jarman in una nuova versione dal vivo e Nekromantik di Jörg Buttgereit), Ha pubblicato nel 2008 il suo primo CD, Digital Angel (Durtro). Ascolta: When I Leave You (feat Tomasini)

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi