Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Recensioni | Pubblicato il 5 febbraio 2013

Gardcore Tamburo

Hardcore Tamburo

Kleiner Mann

Genere: Noise, Industrial, Elettronica

Anno: 2013

Casa Discografica: La Tempesta Dischi

Servizio di:

 

Il Progetto Hardcore Tamburo è uno di quelli che non ha forma a nessun livello. E lo dico in senso positivo. Tutto ruota intorno alle percussione e di brano in brano il loro sound assume connotati diversi anche se spesso questi cambiamenti possono risultare minimali e impercettibili.

Non abbiamo Note biografiche sul gruppo: sappiamo che si tratta di un collettivo di percussionisti e batteristi italiani che preferisce l’anonimato sulle individualità. “Lo strumento di cui ogni musicista è dotato è un semplice bidone di metallo”. E ancora “il suono degli Hardcore Tamburo si può definire come “primitivo industriale”. Questa la loro definizione della loro musica.

Le percussioni diventano come la mano e la bacchetta del direttore d’orchestra: tutto ruota intorno all’espressione di esse che si integrano perfettamente con i synth per la costruzione di un suono che prende ispirazione dalla tradizione noise-industrial, ma che talvolta confluisce anche nel tentativo (riuscito) di limare le spigolature per introdurre una sorta di melodia alla loro musica.

Si parte con “Full of You” che alterna momenti minimali a scariche improvvise ed incisive; segue la solennità di “Gute Nacht” con un’elettronica più incisiva. E poi è il turno di una delle migliori canzoni del disco ovvero “Cry” che si distingue per la leva di tensione e pathos quasi logorante.

In “Move and Fight” si cambia registro sia a livello di ritmiche che per lo stile percussionistico; il brano si sviluppa su due strati: da un lato l’elettronica pulsante, dall’altro lo strato melodico a cui contribuiscono i vocalizzi accennati. “La canzone del rumore” è la dimostrazione ulteriore di quanto valga questo gruppo: lascia inalterate le strutture e la natura del suono per cucirlo addosso ad una forma di musica tradizionale e non a caso è il brano nel quale anche la voce ha un ruolo predominante. La stessa cosa avviene per la successiva “Di Sangue e di Sudore”.

Dopo l’ottima reinterpretazione di “On the Road Again” (dei Canned Heat) , arriva l’ansiosa e martellante “Kleiner Mann” e a chiudere lo show c’è l’altalena ritmica di “HTC Sngle”, brano che riprende i fili iniziali accentuando il tutto.

Siamo davanti ad uno dei progetti italiani più interessanti degli ultimi anni. Gli Hardcore Tamburo danno spazio alla loro anima “primitiva” e rumoristica ma non disdegnano di far emergere altri lati della loro musica e questo non fa che rafforzare la consistenza e le prospettive di questa formazione.

Voto: 7/10

Tracklist:

  • 1 · Full of You
  • 2 · Gute Nacht
  • 3 · Cry
  • 4 · Move and Fight
  • 5 · La canzone del Rumore
  • 6 · On the Road Again
  • 7 · Kleinen Mann
  • 8 · Di Sangue e di Sudore
  • 9 · HCT Single

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi