Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Classifiche | Pubblicato il 28 dicembre 2014

Se è vero che un libro non si giudica dalla copertina talvolta quella di un disco può essere un importante indizio sul contenuto, così alcuni artwork ogni anno si distinguono in fatto di scelte artistiche, offrendosi come interessanti biglietti da visita. Possono essere minimali, possono seguire le più svariate mode e correnti, citare dipinti o film, essere buffi e stranianti o ancora semplici istantanee di vita. Vediamone alcuni, tralasciandone altri più conosciuti ma non per questo meno validi nella “descrizione”. (St. Vincent, The War On Drugs, Sharon Van Etten, Warpaint, Spoon, Caribou.)

Lawrence English - Wilderness Of Mirrors

Grouper – Ruins

Thee Silver Mt. Zion Memorial Orchestra - Fuck Off Get Free We Pour Light on Everything

Shellac – Dude Incredible

 

Have A Nice Life - The Unnatural World

Aphex Twin – Syro

 

Vashti Bunyan – Heartleap

Fear of Men – Loom

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

King Creosote – From Scotland With Love

Sun Kil Moon – Benji

The Antlers – Familiars

The Gloaming – The Gloaming

Andy Stott – Faith in Strangers

Andy Stott - Faith in Strangers

Real Estate – Atlas

The Pains Of Being Pure At Heart – Days of Abandon

Cult Of Youth – Final Days

Run The Jewels - Run The Jewels 2

J Mascis – Tied To A Star

Carla Bozulich – Boy

Carla Bozulich - Boy

Trust – Joyland

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi