Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Live report | Pubblicato il 15 giugno 2013

Offlagadiscopax

Sì, lo confesso, sono arrivata in ritardo! In effetti non immaginavo suonassero prima delle 22 ma tant’è questi sono i nuovi orari imposti agli organizzatori del “quadrilatero rock dell’estate bolognese”. Il Bolognetti è già gremito e la voce di Max Collini riecheggia con la sua narrativa incensante e orgogliosa. Chiedo in giro,fortunatamente è iniziato da poco.

Collini ci dona la chiave per entrare nella giusta dimensione della band con la sua capacità narrativa la sua interpretazione teatrale; incolla il pubblico e ci dirige in un labirinto di ricordi e storie fatte di personaggi, del suo e del nostro passato,di un’Italia (o meglio di un’Emilia “paranoica”) ingenua di provincia rivoluzionaria quanto bastava. Ci racconta dei suoi eroi, quasi che fossero lì sul palco con lui,quasi li avessimo vissute anche noi quelle storie.

Tanti i pezzi suonati, ripercorrendo tutto il repertorio;chiudendo gli occhi per un momento potevo vedere i Kraftwerk che suonavano con i DEVO.Le ottime tele tessute da Carretti e Fontanelli sono fatte su misura per i testi e si sente. I due,si scambiano nell’ ultimo brano più di 10 minuti electro – noise: inebriante!  Il Concerto si chiude benissimo dopo più di un’ora e mezza,l’unica pecca è proprio l’orario di chiusura obbligatorio 23.15.

Un’ottima performance per il trio, il loro tour estivo parte benissimo.

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi