Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Live report | Pubblicato il 15 maggio 2013

941709_559168907438919_938173852_n

Giovedì scorso il SET IT OFF TOUR 2013, il tour europeo che unisce cinque ottimi artisti dell’elettronica americana, ha fatto tappa allo Spazio Concept di Milano all’interno del Party di Deerwaves, la nota webzine/label che da un po’ di tempo a questa parte organizza nel capoluogo lombardo (e non solo) eventi di valore, invitando artisti stranieri che sarebbe altrimenti ben difficile sentire nelle nostre zone. L’evento, per motivi di line up, è iniziato molto presto, verso le otto abbondanti, quando ancora la maggior parte dei giovani hipster milanesi era chiusa nei propri appartamenti a farsi il risvolto ai jeans o la punta ai baffi. Io arrivavo da quattro ore di regionale Trenitalia, due arancini e molte corse per mezzi pubblici poco conosciuti, ma sono così riuscito a non perdere il set di partenza di Go Dugong. A questo artista piacentino era stata affidata l’ardua apertura italica di una serata tutta straniera, e senza dubbio se l’è cavata con non poca abilità, convincendo con la sua chill wave ordinata ed elegante i pochi (purtroppo) avventori che erano riusciti ad arrivare per l’inizio della serata. Dopo il tempo della sigaretta d’ordinanza è la volta di Beat Culture, il primo artista d’oltreoceano della serata. Accompagnato da parte della sua famiglia, il giovane richiama a gran voce un pubblico crescente e, dopo un inizio decisamente sperimentale, torna su canoni più pop accendendo l’entusiasmo degli avventori. Altra pausa cicca ed è subito il turno di uno degli ospiti più attesi. Sto parlando di Blackbird Blackbird, il cui set ha letteralmente riempito il salone dello Spazio Concept. Presentando brani da entrambi i suoi dischi, dopo una cupa partenza giocata sui bassi, ha volto l’atmosfera su un mood più psichedelico e a tratti onirico/caraibico. Segue immediatamente l’esibizione di Giraffage, la cui elettronica risulta più dura e aggressiva, a tratti tinta di dubstep; e al pubblico tutto ciò sembra piacere visto che la gente si accatasta sotto al palco e si dimena volentieri sulle rapide ritmiche dell’artista di San Francisco. Dopo l’ennesima sigaretta è la volta di XXYYXX. Rispetto alle note dure ed incalzanti di chi l’aveva preceduto Marcel Everett suona utilizzando melodie più rilassate e dal gusto esotico, dando una particolare importanza al timbro delle ritmiche, oltre che alla scelta dei tempi, e mettendo in atto un abile uso del crossfade, che conferisce continuità e coerenza a tutta la performance. La platea è entusiasta e l’artista distribuisce amichevolmente fette di pizza al suo pubblico mentre maneggia con maestria le sue apparecchiature. Infine, a chiudere una serata tanto straordinaria, sale sul palco Slow Magic armato di maschera e tamburo. Il live inizia con qualche problema tecnico ma il nostro non si lascia scoraggiare e, mentre vengono eseguite le opportune riparazioni, si lancia in un assolo in mezzo al suo pubblico. Sistemato l’impianto il concerto può riprendere, per la gioia di una sala partecipe e coinvolta dai serrati ritmi tribali uniti a basi di elettronica di quest’artista così parco di informazioni sul proprio conto. Dopo aver eseguito per intero il nuovo disco, Slow Magic si congeda e la nottata si conclude scemando sulle note di un djset breve ma ben fatto. Una festa davvero riuscita, dunque, quella organizzata dai ragazzi di Deerwaves, a cui vanno i ringraziamenti di tutti i partecipanti e di tutti coloro che possono permettersi di ascoltare dell’ottima musica grazie al loro entusiasmo organizzativo. Questo party senza dubbio rimarrà nella memoria di chi c’era ed ha potuto, per qualche ora, lasciarsi cullare e travolgere dai delicati equilibrismi di questi artigiani delle note sintetiche.

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi