Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Recensioni | Pubblicato il 18 luglio 2013

Lontano

Family Portrait

Lontano

Genere: Elettronica, Alternative

Anno: 2013

Casa Discografica: Autoproduzione

Servizio di:

Quest’anno abbiamo potuto constatare lo stato di salute di alcune regioni, Toscana e Sardegna in primis. Ma c’è un’altra area che si sta distinguendo per una serie di proposte molto interessanti: Le Marchè (Psycho Kinder e Caffiero, per fare solo due nomi). E il progetto Family Portrait nasce proprio a Macerata.

Il gruppo nasce nel 2008 e comprende Riccardo Minnucci (Chitarra elettrica, chitarra classica), Tommaso Lambertucci (tastiere, synth, programmazioni), Emma Lambertucci (voce). Lontano è il loro album di debutto e arriva a due anni dall’omonimo ep del 2011. C’è un tentativo (riuscito) di dare un approccio moderno alle composizioni, privilegiando la contaminazione.

E infatti il loro sound è una spugna che parte dall’elettronica che viene veicolata fra efficaci distensioni (“Sera“, il retrogusto psych di “Favola“, con una conclusione scarnificata ma emotivamente intensa), scompensi ritmici (“Saturno”) e frastagliamenti dello stesso (le frustate di “Deserto“); ma gli arrangiamenti assorbiscono le attitudini dei singoli componenti del gruppo e assume forme che si definiscono brano per brano, fra impostazione classica e retaggi di trame alternative (il ‘tiro’ di “Sete“, le sfumature di “Tracce“).

Naturalmente, non si può trascurare l’aspetto vocale che diventa altrettanto importante: la soavità del cantato di Emma Lambertucci, spesso in contrasto con la ruvidità e l’irregolarità degli arrangiamenti (pensate alla title-track “Lontano“), colloca la musica dei Family Portrait anche all’interno di un apparato melodico che si incastra con le altre caratteristiche descritte (“Labirinto” e “Stagione Nuova” rappresentano l’evidenza manifesta di questo aspetto). Tutto bene anche quando si fa spazio a  nuova strumentazione, come ad esempio nel finale di “Il Rito“.

Il gruppo marchigiano sforna un debutto di un certo interesse, nel quale ha saputo miscelare valorizzazione delle attitudini personali e ricerca musicale. Continuando su questa strada, possiamo affermare che questo è solo l’inizio di un percorso che ci potrà portare ulteriori soddisfazioni e che incrementerà il valore del loro ‘brand’ dotato già di una forte identità.

Voto: 6,8/10

Tracklist:

  • 1 · Sete
  • 2 · Deserto
  • 3 · Lontano
  • 4 · Favola
  • 5 · Il Rito
  • 6 · Sera
  • 7 · Labirinto
  • 8 · Saturno
  • 9 · Stagione Nuova
  • 10 · Tracce

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi