Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Recensioni | Pubblicato il 8 maggio 2012

lower-dens-nootropics

Lower Dens

Nootropics

Genere: Pop, Synth-Pop

Anno: 2012

Casa Discografica: Domino Records

Servizio di:

Secondo, ambiziosissimo LP (realizzato sotto l’ala di Drew Brown – Radiohead, Blonde Redhead, Beck) per i Lower Dens, band di Baltimora che già si era fatta conoscere un paio di anni fa col primo album, Twin-Hand Movement. All’atmosfera perennemente misteriosa ed alla splendida voce di Jana Hunter, esplosa in tutta la sua profondità nel primo lavoro, in Nootropics (da leggersi No-eh-tro-pics) si aggiunge un senso di spaesamento e di continua, spasmodica di ricerca di qualcosa di concreto, di puro, di bello. Un vero e proprio viaggio di ricerca interiore, trascinato da una strumentalità tanto varia quanto estrosa.

 La scena si apre con l’introduzione minimale di Alphabet Song, che da semplice batteria acquista via via tastiere e chitarre, andando a completarsi con la voce di Jana, alta e piena, che qui come in molte delle canzoni di Nootropics sembra duettare a distanza con la migliore Anna Clavi dello scorso anno. Malinconica ma speranzosa, Alphabet Song lascia il passo alla ritmica di Brains, primo singolo estratto dall’album. Salto indietro di qualche decennio, con sonorità anni ’80 rivisitate sotto l’intervento di cori cupi ed intrecciati, organo e tanta, tanta oscurità, per un brano che progressivamente cresce, si manifesta, si fa incredibilmente celebrativo e sinfonico. Da vero brano circolare, Brains termina come era iniziato, su una semplice base ritmica e basso, per continuare senza interruzione in Stem, che sull’onda di un organo frivolo e di una chitarra molto più concreta si diverte a tracciare atmosfere sfasate e psichedeliche.

 Propagation si rintana nuovamente nell’oscurità, nel dramma di note distorte ed ossessive, rischiarate solo da una voce che, appunto, sembra propagarsi ed abbracciare via via tutto e tutti, concedendosi tuttavia attimi di intimità quasi segreta. Lamb è un ulteriore viaggio nell’ombra, in una profondità totalmente blu, fra tonalità cupe ed una vocalità che improvvisamente affiora ed esplode, un po’ tragica un po’ romantica, per uno dei brani più toccanti di tutti Nootropics.  Candy torna indietro nelle atmosfere ’80, per un brano sentimentale condotto a perfezione, grazie anche ad una chitarra ferita e straziante.

 Lion in Winter (Part 1) rappresenta la vera sorpresa, con quattro minuti strumentali fra l’impercettibile e l’elettronica, fra note lontane ed incubi ad occhi aperti, sonnambulismo e l’improvviso risveglio con la seconda parte del brano (Lion in Winter Part 2). Si inizia con l’elettronica, si rimbalza fra cori lontani e chitarre distorte e stiracchiate, eclettismo da vendere e melodie non sempre facili da seguire. Nova Anthem, poi, è un compendio di atmosfere sollevate e celesti, organi e splendidi acuti vocali che lasciano un gusto dolciastro estremamente pacifico e retrò. Si chiude in bellezza con In the End Is the Beginning, brano malinconico quanto vivo di ben dodici minuti, nel quale si salta da atmosfere posate e spiegazzate, a chitarre scomode ed eco insonni, voci romantiche e sogni disturbati.

 Il viaggio si è concluso, ha esplorato ogni profondità, ogni stato d’animo, ogni singolo dubbio. I Lower Dens si confermano una band complessa quanto affascinante, coinvolgente ed intrigante, con quel qualcosa in più che è la voce di Jana Hunter. Si passa da un cupo synth pop ad atmosfere più proprie dell’ambiente dream, per perdersi in un ‘freak-folk’ variopinto e psichedelico, il tutto in un lasso di tempo che sembra volare. Insomma, non c’è altro da aggiungere, bravi Lower Dens.

Voto: 7,5/10

Tracklist:

  • 1 · Alphabet Song
  • 2 · Brains
  • 3 · Stem
  • 4 · Propagation
  • 5 · Lamb
  • 6 · Candy
  • 7 · Lion in Winter Pt. 1
  • 8 · Lion in Winter Pt. 2
  • 9 · Nova Anthem
  • 10 · In the End Is the Beginning

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi