Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Recensioni | Pubblicato il 7 aprile 2015

MENACE BEACHpg

Menace Beach

Ratworld

Genere: Indie

Anno: 2015

Casa Discografica: Memphis Industries

Servizio di:

Dalla uggiosa Leeds la carica elettrostatica solare dei Menace Beach (Ryan Needham e Liza Violet) ed è subito “bolgia emozionale che diventa musica”.

Questo slogan è il più adatto a descrivere le canzoni contenute in Ratworld, disco del quartetto inglese e anche onda sonora stuzzicante per i frequentatori dei suoni di Elastica, Breeders, Gross Magic o The Boo Radleys, una frizzante linea a 90,s gradi di brit/pop/indie/alternative rock americano che porta l’ascoltatore a saltare come un grillo impazzito.

Dodici motivi in scaletta per una giornata al top umorale, dodici sensazioni d’altro che scaturiscono da chitarre fuzzate, cori college, scorribande rock, melodie radiofoniche, odori di Pixies in “Elastic”, “Drop outs” e amarcord di Slowdive nella voce di Liza Violet  nella title-track e “Pick out the pieces”, in poche parole un mix di influenze che espandono l’interesse per questa band, molto osannata nel giro underground d’oltralpe.

Uno di quei lavori che scoppiano di vita all’istante, riempiono lo spirito di caffeina e che maneggiano le note come desiderosi ed emozionanti baci.

Voto: 8/10

Tracklist:

  • 1 · Come on give up
  • 2 · Elastic
  • 3 · Drop outs
  • 4 · Lowtalkin
  • 5 · Blue eye
  • 6 · Dig it up
  • 7 · Tennis court
  • 8 · Ratworld
  • 9 · Tastes like medicine
  • 10 · Pick out the pieces
  • 11 · Infinite donut
  • 12 · Fortune teller

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi