Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

News | Pubblicato il 28 agosto 2015

artworkanteprima3

Il tanto atteso giorno è arrivato. Le 43 anteprime sono in streaming sulla nostra pagina bandcamp, suddivise in quattro compilation. Ecco la tracklist del Volume 3 con i dettagli sulle uscite. L’artwork è di  Julien lambrechtsgiornalista e fotografo belga e soprattutto fondatore di una delle nostre label preferite: la Soft Corridor Records. A seguire, lo streaming della compilation che trovate qui.

1. HEXN – Still Praying in the Middle of a Sun. HEXN è uno e solo, è la ricerca del mistico, la persecuzione dell’occulto, la brama del sapere alchemico. L’utilizzo di sintetizzatori, distorsioni, un cigar box a tre corde, bassi giganteschi, loop ostinati ed echi infiniti, porta l’ascoltatore in una dimensione senza tempo, dove il suono si fonde con le immagini evocate da rumori e lamenti ancestrali. Le percussioni sintetiche, come tamburi invisibili, scandiscono il tempo dell’illusione. Droni che fanno da tappeto di un rituale oscuro, avvelelenato da pozioni che regalano visioni ed incanto, urla che richiamano attenzioni di dèi dimenticati.  Il primo disco è stato registrato alla fine del 2014 in presa diretta. Si chiama al-khīmiyya ed è un concept album sull’alchimia, in uscita il 28 settembre 2015 (via Old Bicycle Records e Non Piangere Dischi!), il giorno della luna di sangue, l’ultima della tetrade. Un flusso di suoni accompagna l’ascoltatore in un viaggio, in una danza mistica che racconta l’esperienza della visione alchemica dell’universo.

2. Mute Forest – Various Lake Contents. Mute Forest è il progetto del musicista statunitense Kael Smith (frontman dei Mombi). Qualche settimana fa vi abbiamo presentato il suo ep di debutto Infinity Pools e vi rimandiamo alla recensione (per un approfondimento) nella quale spieghiamo la concretezza e la qualità del progetto. Deforestation è il suo album di debutto che uscirà il 13 Novembre via Lost Tribe Sound. “Various Lake Contents” è la prima anticipazione.

3. Erik Griswold – Pleasure Principle. Erik Griswold è un compositore statunitense eclettico che miscela sperimentazione, jazz e world music con un focus su pianoforte, percussioni e strumenti giocattolo. Ritorna con un nuovo album intitolato Pain Avoidance Machine che uscirà per ROOM40. “Pleasure Principle” è la prima anticipazione.

4. Diverting Duo – Blow. Il 27 ottobre uscirà Desire, terzo disco dei Diverting Duo via DeAmbula Records e Etch WearVotata ad un etereo dream-pop con venature shoegaze, la band di Cagliari affonda radici nell’area semantica che fu appannaggio della gloriosa 4AD; dunque troviamo il duo impegnato meglio che mai a rifunzionalizzare materie che videro protagonisti gruppi seminali come Cocteau Twins e Dead Can Dance, ma con un appeal personale e una cifra ampiamente maturata lungo le direttrici di due dischi precedenti. Band dall’afflato internazionale, lontana dagli stereotipi mediterranei legati all’isola di provenienza (Sardegna), i DivertingDuo disegnano diafani paesaggi nordici sulle ali di una tessitura minimal-synth e di una voce magnetica che racconta oscure pulsioni pop e insufla suadenti litanie primaverili.

5. Moon Zero – A Bevan RotationMoon Zero è il progetto del compositore londinese Tim Garratt. Dopo l’ep di debutto Tombs. ad aprile del 2014 è uscito il secondo lavoro Loss (per Denovali Records). A settembre Denovali Records pubblicherà il suo primo (omonimo) full-lenght che è stato registrato alla Chiesa di St George di Londra.

6. Jacob David – Intet ForbiJacob David è un giovane e interessante compositore-pianista danese. Omkuld è l’album di debutto che uscirà il 1 Settembre via Moderna Records. Da un primo ascolto, emerge subito uno stile pianistico raffinato e minimalista e che prende consistenza solo con il misurato intervento degli archi.

7. NREC – Dig Deeper.  NREC è il progetto di musica elettronica di Enrico Tiberi. Un lavoro svolto alla ricerca di un suono catartico che sviscera i sentimenti e l’alienazione umana grazie al massiccio uso dell’elettronica, un calibrato e corretto arrangiamento e una voce che racconta parole importanti. Coadiuvato dal vocalist Daniele Strappato e alcuni ospiti di eccezione quali Kendra Blak, Claudio Nigliazzo e Anacleto Vitolo il lavoro d’esordio giunge potente e raffinato come una lama di rasoio.

8. Saint Huck – The Deepest Sea.  Saint Huck è il progetto solista di Livio Lombardo (Fräulein alice, Mapuche). Chitarrista e cuoco. Il nome è preso dall’omonima canzone di Nick Cave. Broken Branches è il nuovo lavoro che uscirà ad ottobre via Viceversa Records. Atmosfere scure e contrappunti melodici si intrecciano fino (quasi) a fondersi in un insieme assoluto e dissonante. Semplice la scelta degli strumenti: chitarra, basso, batteria e mandolino, in cui si innestano contrabbasso, slide Guitar, farfisa, mandola, banjo, clarinetto, e qualche Synth. Intensa la voce che si scioglie e trasporta le parole come fossero sensazioni. musiche e testi si specchiano e rispecchiano, separati ma inestricabili. I volumi stessi ricoprono un ruolo sostanziale in questi 10 brani, e i suoni: sporchi, contaminati, distorti, vivi. Broken Branches si svela come creatura intera, entità unica composta da suoni, silenzi e respiri. Tempo ed echi di stanze vuote. Un immaginario personale e onirico che disegna un ponte, un non-luogo in cui si confondono gli anni che sono passati tra la scrittura di un brano e l’altro lasciando spazio solo alle diverse forme e stranezze che caratterizzano l’album.

9. Rémy Charrier – A Sine Tale (estratto). Rémy Charrier è un artista audiovisuale di origini francesi e che vive in Messico. La sua attività si basa soprattutta sulla ricerca musicale, la miscela di vari stili e l’utilizzo di tecniche non convenzionali. Cowries è il suo primo lavoro solista che uscirà in cassetta via Umor Rex.

10. Dznt – Untitled. Dznt dovrebbe essere (condizionale d’obbligo perchè non abbiamo molte info a riguarda) un producer e dj giapponese con all’attivo una serie di release. E’ entrato nella squadra della Hush Hush Records e nei prossimi mesi uscirà un nuovo album. Vi proponiamo una prima anticipazione che mette in evidenza un’elettronica tellurica e tendenzialmente oscura.

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi