Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Recensioni | Pubblicato il 5 aprile 2013

Petrels

Petrels

Onkalo

Genere: Sperimentale, Drone-Ambient, Modern Classical

Anno: 2013

Casa Discografica: Denovali Records

Servizio di:

Le forme narrative, nel globo musicale, acquisiscono un ruolo fondamentale quando si tratta di sviluppare un pensiero o nel rappresentare una determinata realtà.  Petrels, pseudonimo del sound-artist britannico Oliver Barrett, con il suo debutto di due anni fa (Haeligewielle) ha dimostrato quella forza narrativa della sua musica nel dare corpo a dei quesiti e ragionamenti partendo da una determinata realtà.

L’artista inglese sembra prediligere i concept-album ma sarebbe improprio includere il suo lavoro sotto questa etichetta: se è vero che l’ottica e la coordinazione della composizione è fatta in maniera concettuale, la trama si sviluppa su monologhi e dialoghi senza parole che sono l’espressione delle emozioni e le sensazioni derivanti da quell’idea di fondo. Quindi, in sostanza, non c’è solo lo scopo di raccontare e far riflettere, ma c’è un trasposizione del tutto su un livello superiore che raccoglie tutti i punti di convergenza (reali o irreali, esistenti o meno) che determinano una qualità maggiore del lavoro di focalizzazione.

Il nuovo album Onkalo  (letteralmente “Posto che nasconde”) trae spunto dal documentario di Michael Madsen “Into Eternity” che si concentra sul deposito progettato per ospitare le scorie nucleari  a Onkalo, in Finlandia. E la tenuta di questo, per garantire la definitiva cessazione della pericolosità delle radiazioni, è prevista per 100000 anni. Un arco di tempo amplio. Ed è proprio questa struttura, la sua reale funzionalità che fa scattare l’intreccio sonoro del nuovo album di Petrels: una riflessione evolutiva sul tempo e l’incertezza del futuro e di come si trasforma la percezione di questo davanti a determinate azioni e iniziative.

Si battono strade inquiete e incerte, prive di cartelli segnaletici e questo si riversa nell’umore cupo del suono che si concretizza in un ambient tenebroso dalle sfumature drone (“Characterisation Level“) e dalla consistenza delle trame orchestrali (“Time Buries the Door”) che caratterizzano alcuni brani. Questi due aspetti si fondono immediatamente nell’oppressiva “Hinkley Point Balloon Release“, che col passare dei secondi perderà di consistenza ma non di tensione e distorsioni, quest’ultime imponenti nel finale.

Giulio’s Throat“si fa ammirare per la simmetria con cui viene costruito il brano, nel quale l’elettronica viene lentamente frastagliata, scomposta e poi nuovamente riassemblata. L’atmosfera si rabbuia nella abrasiva “On The Dark Great Sea” arricchita dagli evocativi canti di Holy Stead e dagli arrotondamenti degli archi che determinano un efficace contrasto. I temi della realtà e del pensiero sul futuro, sull’incertezza temporale è sviluppato benissimo nella struttura di “White And Dodger Herald The Atomic Age” e di  ”Trim Tab (Pt. 1)“:  la sfuggevolezza inziale fa spazio ad una concretezza del suono che si rivela una sorta di metafora della presa di contatto con ciò che ci circonda.

In altre occasioni, come in “Trim Tab (Pt. 2)“,  è l’ossessività e la ripetitività (in senso lato) a prendere il sopravvento. Il finale con “Kindertransport” si dirige invece in una direzione totalmente opposta: c’è un ampio uso della componente orchestrale che all’apparenza dovrebbe rassicurare e invece ci lascia in una fossa colma di dubbi e radiazioni.

Onkalo rivela il visionario futurismo che è insito nella musica di Petrels: le trasformazioni e le conseguenze che ne derivano si sviluppano nella costruzione del suono e nel suo dinamismo, che diventa la massima espressione concettuale delle intuizioni dell’artista inglese. Una seconda prova che conferma il suo talento e lo status di ricercatore intellettuale del suono.

Voto: 7,7/10

Tracklist:

  • 1 · Hinkley Point Balloon Release
  • 2 · Giulio's Throat
  • 3 · On The Dark Great Sea
  • 4 · Time Buries The Door
  • 5 · White And Dodger Herald The Atomic Age
  • 6 · Trim Tab (Pt. 1)
  • 7 · Trim Tab (Pt. 2)
  • 8 · Characterisation Level
  • 9 · Kindertransport

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi