Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Recensioni | Pubblicato il 1 aprile 2015

Osc2x_Cover_hr

Ocs2x

Under The Sun All Night Long

Genere: Elettronica

Anno: 2015

Casa Discografica: Collettivo HMCF

Servizio di:

Nonostante scriva sul web già da qualche anno, ho ancora delle difficoltà a leggere le mail degli uffici stampa. Non è che mi infastidiscano, anzi, mi sento onorato d’esser preso in considerazione in qualità di “esperto”. Il problema principale è che la maggior parte di quelle che arrivano al mio indirizzo sono intestate con un “Cara redazione”, e questa faccenda offre subito il fianco alla mia estrema pigrizia. Posso così annegare i sensi di colpa dicendomi che sicuramente la stessa mail l’avrà ricevuta anche la webzine per cui scrivo, e che quindi ci sarà qualche altro volenteroso disposto ad occuparsene. Ecco, la mail in cui mi si parlava di Osc2x, iniziando con un “Caro Giacomo”, non mi ha lasciato scampo: e meno male!

Under The Sun All Night Long è infatti riuscito a colpirmi al primo ascolto, anzi, proprio alla prima traccia. Il disco è l’esordio full-lenght di Vittorio Marchetti, un giovane producer di Bologna che sa decisamente il fatto suo, impegnato in una sorta di cantautorato elettronico trascinante ed elaborato.

Il primo brano, “Facing Love”, inizia con una domanda esistenziale, un interrogativo che prima o poi attanaglia chiunque, e che prelude al decollo del brano sulle note d’un ritornello martellante. Tanto martellante che per giorni non ho fatto altro che canticchiarmi nella testa ad ogni serata: “Who are those people in this club? Who are those people chasing girls?”. Anche “Might As Well” è un pezzo che rimane in mente, seconda parte di una formidabile doppietta d’apertura. Spesso e volentieri, c’è poco da fare, la prima manciata di brani di un disco è quella che di lì a qualche giorno ti fa mantenere un buon ricordo dello stesso, e in questo caso Osc2x ha vinto a mani basse. E se Aour interessa per il suono peculiare del suo sintetizzatore Alesis Ion, “Karma Points” può vantare una delle intro più belle dell’opera. La successiva “PAH” è costruita su una base avvolgente e dal sapore anni ’80, mentre in “When I Was Like Uhm” viene a galla l’anima più cantautoriale e personale dell’autore. “I Was So Sure” è un altro brano da segnalare, in cui Marchetti si dedica con successo ad una Drum and Bass arricchita dal suono elegante e delicato degli archi. Infine altro apice di Under The Sun All Night Long è la malinconica chiusura con “Angela” ed i suoi suoni delicati che a tratti sembrano richiamare gli ultimi lavori di Tycho.

In conclusione, possiamo dire che questo debutto a nome Osc2x è un’opera eterogenea: ogni brano ha una propria personalità, dei tratti specifici. Non si tratta certo del solito disco uguale dal principio alla fine, ma ogni sua parte rimane in testa all’ascoltatore nella sua individualità. Altro punto a suo favore è la possibilità di leggere i brani su due livelli, quello prettamente musicale e quello testuale, che spesso si spalleggiano sapientemente a vicenda arricchendosi l’un l’altro di significato. C’è poco da dire, il Collettivo HMCF ha avuto un’eccellente intuizione nel promuovere questo giovane artista. Nonostante avesse già dato prova delle sue abilità in altri contesti (Altre di B, Sin/Cos), questo suo progetto solista non lascia indifferenti e si preannuncia come uno dei nomi di cui tener conto nel 2015.

Voto: 7,5/10

Tracklist:

  • 1 · Facing Love
  • 2 · MIght As Well
  • 3 · Aour
  • 4 · Karma Points
  • 5 · PAH!
  • 6 · When I Was Like Uhm
  • 7 · Hold On
  • 8 · I Never Felt Like This
  • 9 · I Was So Sure
  • 10 · Left Handed People
  • 11 · Angela

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi