Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Recensioni | Pubblicato il 11 novembre 2014

Ross Baker

Ross Baker

Periphery

Genere: Elettroacustica, sperimentale

Anno: 2014

Casa Discografica: Twice Removed

Servizio di:

Continua la prolifica attività del compositore elettroacustico britannico Ross Baker. Conosciuto anche come Second Thought e fondatore della label Bullfinch Records, il 1 Settembre è tornato con un nuovo lavoro (il terzo in questo 2014) intitolato Periphery.

Secondo quanto dichiarato dallo stesso artista, le otto composizioni sono state realizzate nello stesso periodo di Two Suns Were Visible in The Sky ma rappresentavano una forma di espressione troppo intima o in alcuni casi stati d’animo soffocanti. Per questo motivo, ha deciso di raccoglierli in questo nuovo lavoro che riesce benissimo a catturare l’introspezione compositiva e un certo movimento inquieto interiore. “Edgebury Park” è uno dei brani che esprime al meglio queste sensazioni per la usa portata malinconica.

Aldilà dell’umore, Ross Baker si dimostra un ottimo tessitore delle strutture ambientali che vengono manifestate su diversi livelli: c’è l’asfissiante incedere rumoristico di “Concrete Ant“, brano reso più efficace con l’introduzione del “canto” degli uccelli, ritroviamo la linea tesa, ruvida e continua di “Energy Park“, la suggestione sgranata e bipolare di “From A Distance, Street Lights Become Stars“.

Rx-Tech” è uno dei brani più interessanti del disco perché si sviluppa su più strati perfettamente combinati: la fluidità ambientale viene progressivamente avvlta dalla forza distruttiva del lato rumoristico della composizione. L’iniziale “Brownbird” e “The Blackbirds’ Revenge“ vengono costruito su basi neoclassiche: note sospese che solo nel finale (nel primo caso) vengono sopraffatte dal sottostrato “oppressivo” che sembra ricordare il rumore del mare che impatta la scogliera.

Ross Baker conferma quanto di buono aveva fatto in passato e dimostra anche una forte attitudine nello scavare a fondo nel suono, di saperlo costruire minuziosamente senza dimenticare il lato estetico della composizione. Emerge la caratterizzazione cinematica della sua musica: elevato impatto emotivo e bello da “vedere”.

Voto: 7/10

Tracklist:

  • 1 · Brownbird
  • 2 · Edgebury Park
  • 3 · Energy Park
  • 4 · The Blackbirds' Revenge
  • 5 · RX-Tech
  • 6 · The Larch
  • 7 · Concrete Ant
  • 8 · From A Distance, Street Lights Become Stars

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi