Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Recensioni | Pubblicato il 16 gennaio 2013

thumb

T.H.U.M.B.

Primordial Echoes for Modern Bigfoots

Genere: Rock, Stoner

Anno: 2012

Casa Discografica: Go Down Records

Servizio di:

Cosa mi succede se torno a notte inoltrata il sabato sera dopo un paio di litre? Del buono e sano Stoner Rock. Mi tocca dire che sullo Stoner in generale sono di parte. Ho sempre amato i riff hard dei Fu Manchu, le strumentali dei Karma To Burn, l’acidume degli SloBurn e gli schizzi psichedelici e sabbatici degli Electric Wizard.

Tutto ciò mi consente una recensione abbastanza faziosa, ma nello stesso tempo obiettiva. Il disco in questione è “Primordial Echoes for Modern Bigfoots” dei veneti T.H.U.M.B. (già attivi da una decina d’anni); uscito nel 2012 sotto la Go Down Records, etichetta indipendente nostrana abbastanza conosciuta nell’underground rock’n’roll. La cosa che più mi fa più piacere è trovare ottimi dischi stoner di fabbrica italiana. La scena, girando per locali, sembra essere in una fase di revival (anche se gruppi come T.H.U.M.B. o gli El Thule, tra l’altro freschi di scioglimento, ci dimostrano che non è mai ‘caduta’).

I T.H.U.M.B. ci presentano uno stoner di marchio puramente californiano. Un rock’n’roll acido, potente, ricco di fuzz e di riff richiamanti ai 70’s ma non solo. Non mancano, appunto, richiami ad un buon vecchio blues quasi vampirizzato da volumi alti e distorsioni (vedesi “Wear It Out” cover dei detroitiani 500 Ft of Pipe), il country-fuzzato “East Clintwood) e pezzi come “Monstergods” (personalmente la mia preferita) e “Road Song” capaci di farti muovere nonostante la stanchezza e l’ora tarda.

L’album scorre piacevolmente intorno a tutto ciò descritto precedentemente, un sound certamente non innovativo, ma poco conta. La miscela è giusta e il ritorno dei T.H.U.M.B. è nettamente al di sopra della sufficienza. Sparatevelo in macchina, nel vostro pub preferito, in salotto o in compagnia di una buona birra.

Voto: 7/10

Tracklist:

  • 1 · Bigfoot
  • 2 · Monstergods
  • 3 · Inconsistence
  • 4 · Lived Namow
  • 5 · Superlover
  • 6 · Wear It Out
  • 7 · Road Song
  • 8 · Into The Deepest Green
  • 9 · East Clintwood
  • 10 · Pietrosaurus
  • 11 · Reaching The Afterglow
  • 12 · Stonebridge Deluxe

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi