Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Reloaded | Pubblicato il 11 maggio 2015

L’appuntamento quotidiano con la storia della musica. In questo articolo raccogliamo tutte le ricorrenze riguardanti la nascita e la morte dei personaggi della musica. La nostra maggiore fonte è wikipedia coadiuvata dalle maggiori webzine musicali e dalle nostre conoscenze, quindi non esitate a segnalarci gli errori.

gregdulli

Greg Dulli (Hamilton, 11 maggio 1965) è un cantante, chitarrista e compositore statunitense, noto per essere stato il cantante del gruppo degli Afghan Whigs, e attualmente leader dei gruppi Twilight Singers e Gutter Twins. Il Primo disco con gli Afghan Whigs è del 1988: Big Top Halloween. Invece è del 2000 il primo album con i Twilight Singers dal titolo Twilight as Played by the Twilight Singers. Alla fine del 2005 Dulli ha collaborato con gli Afterhours, unendosi spesso alla loro formazione durante le esibizioni dal vivo e co-producendo con Manuel Agnelli l’album Ballate per piccole iene e la sua versione americana Ballads for Little Hyenas.

MiniPlaylist:

Debonair – Afghan Whigs (Gentleman, 1993)
Hyperballad – Twilight SIngers (She Loves You, 2004)
The Body – Gutter Twins (Saturnalia, 2008)

Noel David Redding (Folkestone, 25 dicembre 1945 – Clonakilty, 11 maggio 2003) è stato un bassista e chitarrista britannico, membro del trio musicale Jimi Hendrix Experience. Iniziò a suonare il violino all’età di 9 anni in seguito si avvicinò al mandolino, alla chitarra e infine al basso. Nel 1962, Redding entrò a far parte del gruppo The Burnettes, cambiando il nome successivamente in The Loving King. Con questo gruppo realizzò tre singoli. Il gruppo si sciolse nel 1966. In quello stesso anno ad un’audizione incontrò Chas Chandler che gli propose di suonare il basso in un gruppo che avrebbe dovuto nascere attorno ad un giovane chitarrista americano di nome Jimi Hendrix. Ai due si aggiunse il batterista Mitch Mitchell. Nel mese di ottobre nasceva così il trio Jimi Hendrix Experience. Ascolta: I don’t live Today – Jimi hendrix Experience (Are you Experienced?, 1967)

Robert Nesta Marley, detto Bob (Nine Mile, 6 febbraio 1945 – Miami, 11 maggio 1981), è stato un cantautore, chitarrista e attivista giamaicano. La sua attività ha inizio nel 1964, quando forma la band The Wailers; dopo il loro scioglimento, nel 1974, suona come Bob Marley and The Wailers. Nel 1962, all’età di 16 anni, Bob registrò i suoi primi due singoli, Judge Not e One Cup of Coffee, con il produttore musicale del luogo, Leslie Kong. Questi dischi, che furono pubblicati dall’etichetta Beverley’s sotto lo pseudonimo di Bobby Martell. Ascolta: 400 Years – Bob Marley

Johnny Hodges (John Cornelius) (Cambridge, 25 luglio 1907 – New York, 11 maggio 1970) è stato un sassofonista statunitense. Suonò principalmente il contralto, ma sporadicamente anche il soprano. Fu il principale solista dell’orchestra di Duke Ellington nella quale suonò dal 1928 fino agli ultimi suoi giorni di vita, esclusa una parentesi di quattro anni, dal 1951 al 1955, in cui si cimentò nella direzione di una propria orchestra. Ascolta: Bunny – Gerry Mullingan e Johnny Hodges

John Rutsey (Ontario, 14 maggio 1953 – Toronto, 11 maggio 2008) è stato un batterista canadese, conosciuto per essere stato uno dei membri fondatori dei Rush assieme ad Alex Lifeson e Jeff Jones. Ha suonato nella band dalla primavera del 1968 fino a luglio del 1974. Ascolta: Before And after – Rush

Carla Bley, cognome di nascita Borg (Oakland, 11 maggio 1936), è una compositrice, pianista e organista statunitense di musica jazz. Diventa in seguito importante figura del movimento Free Jazz degli anni sessanta: collabora con la Liberation Music Orchestra di Charlie Haden e con artisti di diverso stampo come Steve Lacy, Don Cherry, Roswell Rudd, Jack Bruce, Robert Wyatt e con il batterista dei Pink Floyd Nick Mason. Nel corso degli anni settanta fonda una big band, tuttora attiva, che porta il suo nome. Ascolta: Rawalpindi Blues – Carla Bley

Eric Victor Burdon (Newcastle upon Tyne, 11 maggio 1941) è un cantante inglese. È noto per essere stato il leader degli Animals e, in seguito, del gruppo funk War, per poi condurre una carriera solista. Ascolta: Baby let Me Take You Home – Animals

Giangilberto Monti (Milano, 11 maggio 1952) è un cantautore italiano. Ha all’attivo dieci album, dall’esordio con L’ordine è pubblico? (1978) al suo ultimo lavoro, Comicanti (2009). Si laurea in Ingegneria Chimica al Politecnico di Milano, studia mimo e teatro e nei primi anni Ottanta si perfeziona in interpretazione vocale con Cathy Berberian, recita con Franca Rame e Dario Fo – di cui nel 1999 metterà in scena il repertorio musicale, insieme alla pianista jazz Laura Fedele. Lavora sulla produzione musicale di Boris Vian, cura con Giulia Colace il volume Boris Vian-Le Canzoni (Marcos y Marcos, Milano 1995)) e adatta diversi suoi testi – tra cui Le déserteur, che nel suo adattamento diventa Egregio Presidente – traducendo anche brani di Léo Ferré e Serge Gainsbourg, di cui è il primo in Italia a proporne degli adattamenti, pubblicati poi sul CD Maledette Canzoni. Ascolta: Il Controllore del metrò – Giangilberto Monti

Christoph “Doom” Schneider (Berlino, 11 maggio 1966) è un musicista e batterista tedesco, noto come membro dei Rammstein. Ha suonato precedentemente nei Die Firma, per poi passare ai Feeling B., insieme a Paul Landers e Christian Lorenz, suoi futuri colleghi nei Rammstein. Ascolta: Spiel Mit Mir – Rammstein

Perttu Kullervo Kivilaasko (Helsinki, 11 maggio 1978) è un violoncellista finlandese, componente del gruppo musicale Apocalyptica. Perttu ha rimpiazzato negli Apocalyptica Antero Manninen, che ha lasciato la band per continuare la sua carrirera in un’orchestra. È stato ed è tutt’ora musicista nell’Orchestra filarmonica di Helsinki, in cui suona il violoncello anche suo padre Juhani Kivilaakso.Perttu ha composto i brani Conclusion, Resurrection, Pandemonium, Delusion, e Perdition dell’album Reflections Revised, Farewell, Betrayal/Forgivness e Fatal Error per l’album Apocalyptica (2005), e Lies nell’album Worlds Collide. AscoltaDelusion – Apocalyptica

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi