Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Reloaded | Pubblicato il 15 marzo 2015

L’appuntamento quotidiano con la storia  della musica. In questo articolo raccogliamo tutte le ricorrenze riguardanti la nascita e la morte dei personaggi della musica. La nostra maggiore fonte è wikipedia coadiuvata dalle maggiori webzine musicali e dalle nostre conoscenze, quindi non esitate a segnalarci gli errori.

Mike Love

 

Michael Edward Love detto Mike (Los Angeles, 15 marzo 1941) è un cantautore statunitense, conosciuto principalmente per essere uno membri fondatori dei Beach Boys. Anche se Love inizialmente suonava il sassofono nei primi tempi del gruppo, egli era principalmente il cantante solista, insieme a Brian Wilson, dei Beach Boys. Love cercò diverse volte di costruirsi una carriera solista indipendente al di fuori dei Beach Boys. Nella metà degli anni settanta, registrò e pubblicò due album con la band di supporto dei “Celebration”, incluso il singolo di successo Almost Summer (composto insieme a Brian Wilson e Jardine). Nel 1981, pubblicò infine il suo debutto da solista, l’album Looking Back with Love, costituito principalmente da cover, e che non riscosse particolare successo.

Miniplaylist:

I’m Waiting for the Day . Beach Boys (Pet Sounds, 1966)
She’s Going Bald – Beach Boys (Smiley SMile, 1967)
Tell me why – Beach Boys (Beach Boys’ Party, 1965 – Beatles Cover)

Ryland Peter Cooder, più noto come Ry Cooder, (Santa Monica, 15 marzo 1947), è un chitarrista, cantante e compositore statunitense. Ry Cooder è celebre per una serie di album in cui ha esplorato vari generi della musica americana (e non solo) “delle radici” (roots music), soprattutto attraverso la sua strabiliante tecnica con la chitarra slide. È autore, tra le altre, della colonna sonora del film Paris, Texas di Wim Wenders. È stato, inoltre, il principale iniziatore di quella celebre esperienza musicale che è stata, a partire dal 1996, il Buena Vista Social Club. Partecipa nel 1967 alle session dell’album Safe as milk di Captain Beefheart. Da questa esperienza si dipanano numerosissime collaborazioni: Cooder suona il mandolino in Let It Bleed, nella versione che i Rolling Stones fanno di Love in Vain di Robert Johnson (collaborerà ancora con gli Stones – stavolta con la chitarra slide – per il pezzo Sister morphine, da Sticky fingers). Nel 1972, viene pubblicato un disco (Jamming with Edward) che raccoglie materiale inciso durante alcune jam session tra Cooder, Mick Jagger, Charlie Watts, Bill Wyman, e il pianista Nicky Hopkins. Nell’arco degli anni settanta, Cooder pubblica una serie di album solisti per la Warner.  Ascolta: Jesus on the Mainlane – Ry Cooder (Paradise and Lunch, 1974)

Lester Young (Lester Willis Young, “Prez”) (Woodville, 27 agosto 1909 – New York, 15 marzo 1959) è stato un sassofonista statunitense. È famoso per il suo personalissimo stile come solista e per aver costituito un modello musicale per la generazione di jazzisti che avrebbero dato l’avvio al movimento bebop. Ascolta: Ghost of a chanche – Lester Young

Sam Hopkins, meglio conosciuto come Lightnin’ Hopkins, (Centerville, 15 marzo 1912 – Houston, 30 gennaio 1982), è stato un cantante e chitarrista statunitense di musica blues, proveniente dal Texas. Nel 1946 la talent scout Lola Anne Collum assistette ad una loro performance e convinse Sam a firmare un contratto con la Aladdin Records, escludendo così Alexander (il cugino con cui s esibiva) dall’affare. L’etichetta scelse di farlo collaborare con il pianista Wilson Smith e Hopkins si trasferì così a Los Angeles; nel 1946 lavorarono alla loro prima sessione di registrazione e nel frattempo il nome del duo venne modificato in Wilson “Thunder” Smith e “Lightnin’” Hopkins. Ascolta: Lonesome road – Sam Hopkins

Harry Haag James (Albany, 15 marzo 1916 – Las Vegas, 5 luglio 1983) è stato un trombettista statunitense, bandleader di big band jazz. James è stato uno strumentista di grande rilievo dell’era swing, impiegando uno stile e un virtuosismo che hanno reso inconfondibile il suo modo di suonare la tromba. Ascolta: Don’t be that way – Harry james

Sly Stone, nome d’arte di Sylvester Stewart (Denton, 15 marzo 1943), è un musicista, cantante e produttore discografico statunitense noto per il suo ruolo di frontman nella band Sly & the Family Stone, gruppo che ha avuto un ruolo di primo piano nello svilluppo della musica soul, funk e psichedelica negli anni sessanta e settanta.Stone registrò altri quattro album come solista (solo High on You (1975) venne pubblicato solo a suo nome; gli altri tre furono pubblicati come “Sly & The Family Stone”. Ascolta: A family Affair – Sly & The Family Stone

Lawrence Freeman, detto Bud (Chicago, 13 aprile 1906 – Chicago, 15 marzo 1991), è stato un musicista statunitense. È stato anche compositore e direttore d’orchestra.. Freeman è stato uno dei sassofonisti jazz più influenti dell’era delle big band. Iniziò a suonare il sassofono nel 1922 in un gruppo giovanile di dixieland, la Austin High School Gang, della quale facevano parte anche Jimmy McPartland e Frank Teschemacher. Nel 1925 suonava ormai il sassofono tenore ed era già un professionista. Ascolta: Town Hall Blues – Bud Freeman

Cecil Percival Taylor (New York, 15 marzo 1929) è un pianista, jazzista e poeta statunitense. Taylor è generalmente considerato come uno degli inventori del free jazz. La sua musica è caratterizzata da un approccio estremamente energico, fisico, che produce complessi suoni improvvisati, che coinvolgono frequentemente cluster e intricati poliritmi. Ild ebutto avviene con Jazz Advance nel 1956.  Ascolta: Jumpin’ Punkins – Cecil Taylor

Dick Higgins, all’anagrafe Richard Carter Higgins (Cambridge, 15 marzo 1938 – Québec, 25 ottobre 1998), è stato un poeta e compositore inglese naturalizzato statunitense. Si è occupato dei fenomeni di interrelazione tra le arti fin dal 1957. Studiò con il compositore John Cage e nel 1961 entrò a far parte del gruppo Fluxus, movimento di avanguardia per il quale l’opera d’arte è un evento totale che ingloba in sé tutte le discipline possibili, annullando le differenze tra poesia, musica, pittura, scultura e teatro. Ascolta: Danger Music #2 – Dick Higgins

Stomu Yamashta (oppure Stomu Yamash’ta) pseudonimo di Yamashita Tsutomu (Kyoto, 15 marzo 1947), è un percussionista e compositore giapponese. Dopo il 1964 ha studiato percussioni jazz al Berklee School of Jazz. In seguito ha suonato sia con la Chicago Chamber Orchestra che col complesso rock dei Come to The Edge. È stato uno dei membri del supergruppo Go (gruppo musicale) insieme a Steve Winwood, Al Di Meola, Klaus Schulze, e Michael Shrieve. Ha composto brani per il Royal Ballet britannico, per le colonne sonore dei film L’uomo che cadde sulla Terra (film) di Nicolas Roeg con David Bowie, I diavoli di Ken Russell, La tempesta di Paul Mazursky. Ascolta: Wind Words – Stomu Yamashta

Carlo Marrale (Genova, 15 marzo 1952) è un cantante e chitarrista italiano. È stato uno dei membri fondatori del gruppo dei JET e poi dei Matia Bazar di cui ha fatto parte dal 1975 al 1993, firmando la maggior parte dei successi internazionali del gruppo, da Stasera che sera, Per un’ora d’amore, Che male fa (interpretata anche da Mina), C’è tutto un mondo intorno, Mr. Mandarino, Vacanze Romane, Ti Sento. Ascolta: Palestina – Matia Bazar

Massimo Bubola (Terrazzo, 15 marzo 1954) è un cantautore, produttore discografico e arrangiatore italiano. Ha collaborato con molti musicisti italiani sia in fase di scrittura dei testi e delle musiche, sia come arrangiatore; la collaborazione sicuramente più significativa è quella che lo ha visto a fianco di Fabrizio De André. Nel 1976 il primo album a suo nome, Nastro giallo, con cui si fa conoscere e apprezzare anche da Fabrizio De André, che gli propone di scrivere assieme alcuni brani, poi inclusi nel disco Rimini (1978). Ascolta: Tre Rose – Massimo Bubola

Dee Snider, all’anagrafe David Daniel Snider (Massepequa, 15 marzo 1955), è un cantante heavy metal statunitense, membro dei Twisted Sister. Ascolta: Under the Blade – Twisted Sisters

Steve Coy (Liverpool, 15 marzo 1962) è un batterista inglese, membro del gruppo britannico dei Dead or Alive. Steve entrò a far parte dei Dead Or Alive nel 1982 e fino ad oggi è l’unico membro della formazione storica, assieme a Pete Burns. Ascolta: What I Want – Dead or Alive

Kahimi Karie (Utsunomiya, 15 marzo 1968) è una cantante giapponese. Figura di primo piano dello Shibuya kei, stile musicale per cui sono stati celebri esponenti anche i Pizzicato Five, è stata musa di alcuni autori tra cui Cornelius, Momus, Philippe Katerine ed è nota per il suo spirito sperimentatore che l’ha portata ad affrontare una gran varietà di generi dall’elettronica fino al jazz (come cantante per Otomo Yoshihide’s New Jazz Ensemble). Ascolta: I Come Here – Kahimi Karie

Timo Kotipelto (Lappajärvi, 15 marzo 1969) è un cantante finlandese, membro della band power metal finlandese Stratovarius dal 1994. Nel 2002 ha inciso il suo primo album solista, Waiting for the Dawn; nel 2004 ha pubblicato Coldness. Ascolta: Stratovarius – Forever Free

 

 

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi