Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Reloaded | Pubblicato il 19 febbraio 2015

L’appuntamento quotidiano con la storia  della musica. In questo articolo raccogliamo tutte le ricorrenze riguardanti la nascita e la morte dei personaggi della musica. La nostra maggiore fonte è wikipedia coadiuvata dalle maggiori webzine musicali e dalle nostre conoscenze, quindi non esitate a segnalarci gli errori.

Tony-Iommi

Frank Anthony Iommi, meglio noto come Tony Iommi (Birmingham, 19 febbraio 1948), è un chitarrista, polistrumentista e compositore britannico di origine italiana, membro dei Black Sabbath e unico componente fisso nell’arco della loro carriera. L’attività musicale di Iommi iniziò nel 1964, suonando in una band blues chiamata “The Rockin’ Chevrolets”. Iniziò ad esibirsi dal vivo per poter entrare nel giro della musica e abbandonare il lavoro da operaio. Nel 1966 entra nei “The Rest” e nei “Mythology”, assieme al batterista e suo compagno di scuola Bill Ward. I due, dopo aver lasciato i gruppi, incontrarono Ozzy Osbourne tramite un annuncio inserito dal cantante in un negozio di dischi. Dopo che i tre si incontrarono, Osbourne portò con sé il chitarrista Geezer Butler (che suonerà, d’ora in poi, il basso), entrambi venivano da una band di breve vita chiamata “Rare Breed”. Una volta uniti, formarono un sestetto (con il secondo chitarrista Jimmy Phillips e il sassofonista Alan “Aker” Clarke), chiamato “Polka Tulk Blues Band”. Phillips e Clarke abbandonarono e i restanti membri accorciarono il nome in “Polka Tulk”, in seguito cambiato in “Earth” ma, a causa di omonimia con un’altra band, decisero di chiamarsi, definitivamente, Black Sabbath. A cinque anni da Forbidden, il chitarrista pubblica il suo primo disco “ufficiale” da solista chiamato Iommi (2000). Vi sono molti ospiti speciali nelle tracce dell’album come Ozzy Osbourne, Phil Anselmo, Brian May, Dave Grohl e Serj Tankian.

Mini-playlist:

Fairies Wear Boots – Black Sabbath (Paranoid, 1970)

Wicked World – Black Sabbath (Black Sabbath, 1970)

Meat (feat Skin) – Tony Iommi (Iommi, 2000)

Ronald Belford “Bon” Scott (Kirriemuir, 9 luglio 1946 – Londra, 19 febbraio 1980) è stato un cantautore britannico naturalizzato australiano. Fu il principale autore di testi degli AC/DC, prima dell’entrata nel gruppo di Brian Johnson, avvenuta dopo la sua morte. Dopo la sua prima band, gli Spektors (1966), formò i Valentines, come co-cantante, insieme a Vince Lovegrove. I Valentines, attivi fra il 1967 e il 1970, registrarono diverse canzoni originali, covers e altre scritte da George Young degli Easybeats, tra cui “Peculiar Hole in the Sky”. Scott si trasferì ad Adelaide dove si unì alla band Fraternity (attivi fra il 1970 e il 1973) col quale incise (dopo essersi trasferiti a Sydney) due LP. L’anno successivo incontrò per la prima volta i membri degli AC/DC mentre lavorava come autista. I leader della band erano i fratelli Angus e Malcolm Young, fratelli minori dell’amico di Scott, George Young. Scott fu subito impressionato dall’energia e dalla potenza espressa dalla band, ed i giovani AC/DC rimasero, a loro volta, affascinati dalle doti del frontman. Quando gli AC/DC licenziarono il loro cantante originale, Dave Evans, Scott venne infine chiamato per sostituirlo. AscoltaStick Around – Ac/Dc (High Voltage, 1975)

Igor’ Fëdorovič “Egor” Letov (Omsk, 10 settembre 1964 – Omsk, 19 febbraio 2008), è stato un cantante e chitarrista russo noto soprattutto per essere stato il leader del gruppo punk rock russo Graždanskaja Oborona. AscoltaBespolozen – Grazdanskaja Oborona

Lee Morgan (Filadelfia, 10 luglio 1938 – New York, 19 febbraio 1972) è stato un trombettista hard bop statunitense. Debuttò giovanissimo nella big band di Dizzy Gillespie, per poi passare nei Jazz Messengers di Art Blakey (Moanin’, The big beat, A night in Tunisia). Iniziò parallelamente a incidere da sideman e leader con l’etichetta discografica Blue Note: Blue train (a nome di John Coltrane), Night Dreamer (di Wayne Shorter), Candy (quartetto con Sonny Clark), The sidewinder (con Joe Henderson), At the Lighthouse (1968, ora un triplo cd con Bennie Maupin, Harold Mabern, Jymie Merritt, Mickey Roker). AscoltaYou go to my head – Lee Morgan

Teo Macero (Glens Falls, 30 ottobre 1925 – Riverhead, 19 febbraio 2008) è stato un sassofonista e produttore discografico statunitense. acero iniziò la sua carriera come musicista con alcune incisioni e una breve permanenza nel gruppo di Charles Mingus. La fama di Macero è però soprattutto collegata al suo lavoro di produttore per la Columbia Records e in particolare alla sua lunga e fruttuosa relazione con il celebre trombettista Miles Davis: Macero fu il produttore di alcuni tra i più famosi album di Davis, tra cui ad esempio Sketches of Spain e Someday My Prince Will Come. Negli album del cosiddetto periodo elettrico di Davis (Kind of BlueIn a Silent WayBitches BrewA Tribute to Jack Johnson) l’innovativo lavoro di mixaggio ed editing di Macero nella fase di postproduzione fu molto importante ai fini del risultato. AscoltaFreddie Freeloader – Miles davis (Kind of Blue, 1959)

Laurie Allan (Londra, 19 febbraio 1943) è un batterista e percussionista britannico. Pur essendo un musicista jazz, nel corso della sua breve carriera musicale ha dimostrato il suo grande talento e la sua versatilità. Ha collaborato con musicisti di primo piano spaziando tra il blues, il folk, la fusion e lo stesso jazz. Il genere che gli ha regalato maggior fama è stato il rock progressivo, di particolare rilievo i suoi lavori con i Delivery, i Gong e Robert Wyatt. La prima progressive-band di cui entra a far parte sono i Piblokto di Pete Brown, nel 1969, con i quali incide Art School Dance Goes On Forever nel 1970, poco prima di lasciare il gruppo. AscoltaWalk for charity, Run FOr Money – Piblokto

Shigeru Umebayashi  (Kitakyūshū, 19 febbraio 1951) è un compositore giapponese. Dopo essere stato leader di un gruppo musicale new wave giapponese, gli EX, Shigeru Umebayashi iniziò a comporre musiche e colonne sonore per film nel 1985, quando il gruppo si sciolse. Umebayashi ha al suo attivo più di quaranta film giapponesi e cinesi ed è conosciuto in Occidente soprattutto per le sue musiche nei film dei registi cinesi Wong Kar-wai e Zhāng Yìmóu. Ascolta:Polonaise – Shigeru Umebayashi

Francis Buchholz (Hannover, 19 febbraio 1954) è un bassista tedesco E’ noto per essere stato membro degli Scorpions. Francis esordì come bassista all’età di 15 anni in una band scolastica, dove ebbe la possibilità di suonare vari generi come il rock, il blues e il jazz.Terminati gli studi, Francis Buchholz fondò un gruppo, i Dawn Road, per poi entrare nei neo fondati Scorpions nel 1973  e che lasciò nel 1992. AscoltaDrifting Sun – Scorpions

Steve Poltz (Halifax, 19 febbraio 1960) è un cantautore e chitarrista canadese. Membro fondatore della band indie-rock The Rugburns, è meglio conosciuto per essere il co-autore della canzone di Jewel You Were Meant for Me. AscoltaTree Hugger – The Rugburns

Seal, nome d’arte di Seal Henry Olusegun Olumide Adeola Samuel (Londra, 19 febbraio 1963), è un cantante e compositore britannico di origine nigeriana. Ha collaborato con musicisti famosi, come Joni Mitchell, Jeff Beck, Mylène Farmer e Mina. Il Suo album omonimo di debutto esce nel 1991.  AscoltaYou get Me – Seal ft Concha Buika

Burton Christopher Bell (Houston, 19 febbraio 1969) è il cantante statunitense del gruppo industrial metal Fear Factory. Oltre a lavorare nei Fear Factory, ha cantato nel disco Plastic Planet dei G/Z/R, band capitanata dal bassista dei Black Sabbath Geezer Butler, poi lasciati a causa dei troppi impegni. Dopo lo scioglimento dei Fear Factory, avvenuto nel 2002, Burton fondò una band in compagnia del polistrumentista John Bechdel chiamata Ascension of the Watchers, che ha pubblicato un solo disco denominato Iconocast. I Fear Factory si riunirono nel 2003 senza il chitarrista Dino Cazares. AscoltaFlash point – fear factory

Mary Beth Patterson, in arte Beth Ditto (Arkansas, 19 febbraio 1981), è una cantante statunitense, frontwoman dei Gossip. AscoltaStanding in the way of Control – The Gossip

 

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi