Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Reloaded | Pubblicato il 21 marzo 2015

L’appuntamento quotidiano con la storia  della musica. In questo articolo raccogliamo tutte le ricorrenze riguardanti la nascita e la morte dei personaggi della musica. La nostra maggiore fonte è wikipedia coadiuvata dalle maggiori webzine musicali e dalle nostre conoscenze, quindi non esitate a segnalarci gli errori.

Luigi-Tenco

Luigi Tenco (Cassine, 21 marzo 1938 – Sanremo, 27 gennaio 1967). Nel 1953 fondò un gruppo musicale, la Jelly Roll Boys Jazz band (composta da Danilo Dègipo alla batteria, Bruno Lauzi al banjo, Alfred Gerard alla chitarra ed egli stesso al clarinetto), che propone tra i tanti brani di Nat King Cole e Kid Ory. Iniziò a suonare il sax nel 1957, quando venne chiamato da Marcello Minerbi (in seguito fondatore dei Los Marcellos Ferial ed arrangiatore per Claudio Lolli in Aspettando Godot) nel Trio Garibaldi, con Ruggero Coppola alla batteria e Minerbi al pianoforte; proprio per il trio Tenco scrive la sua prima canzone, la sigla di apertura dell’orchestra. Seguì nel 1958 la costituzione del gruppo i Diavoli del Rock con Nicola Grassi, soprannominato Roy, alla batteria e Gino Paoli alla chitarra. Iscrittosi alla facoltà di Ingegneria, passò poi a quella di Scienze Politiche. In questo periodo entrò a far parte del Modern Jazz Group di Mario De Sanctis. Nel 1959 si trasferì a Milano, ospite con l’amico Piero Ciampi di Gianfranco Reverberi che, lavorando come arrangiatore alla Dischi Ricordi, lo fece partecipare come session man alle registrazioni di La tua mano di Gino Paoli e Se qualcuno ti dirà di Ornella Vanoni; si trasferì poi con Ciampi alla Pensione del Corso, in Galleria del Corso 1, dove alloggiavano anche Paoli, Sergio Endrigo, Franco Franchi, Bruno Lauzi ed altri artisti. Ottenne poi un contratto discografico con la Dischi Ricordi come cantante; il suo esordio con il gruppo I Cavalieri risale al 1959. Il gruppo – che gravitava intorno alla casa discografica Tavola Rotonda, sottoetichetta della Ricordi, da cui il nome, e del quale facevano parte Gianfranco Reverberi, Paolo Tomelleri, Enzo Jannacci e Nando De Luca – incise un EP con quattro brani, Mai/Giurami tu/Mi chiedi solo amore/Senza parole (che vennero anche pubblicati suddivisi in due 45 giri), pubblicato a nome Tenco.


Miniplaylist:

Quasi Sera – Luigi Tenco (Luigi Tenco, 1965)
Il Tempo Passò – Luigi Tenco (Luigi tenco, 1962)

Maxim Reality, nome d’arte di Keith Palmer (Peterborough, 21 marzo 1967), è un cantante inglese, membro dei Prodigy. A 17 anni fa il suo primo concerto a Basingstoke. Con Ian Sherman, un amico musicista di Nottingham forma Maxim and Sheik Yan Groove, dove Sherman scrive la musica e Maxim le parole. Dopo aver registrato alcuni pezzi senza grande successo, il progetto si scioglie. Grazie ad un amico di nome Ziggy gli viene offerto un posto in un nuovo gruppo, The Prodigy e accetta. Dapprima utilizzato negli show live del gruppo, la sua presenza fu così importante che venne incorporato negli album studio del gruppo come The Prodigy Experience del 1992. Maxim inoltre cantò in “Poison” da Music for the Jilted Generation (1994), in “Breathe”, “Mindfields” di The Fat of the Land (1997). Non apparve nell’album Always Outnumbered, Never Outgunned. Da solista ha prodotto “Dog Day” sul promo XL Against the Grain. Il 9 agosto 1999 Maxim ha rilasciato l’EP My Web, che conteneva cinque canzoni. Nel 2000 ha collaborato con Skin degli Skunk Anansie per la canzone “Carmen Queasy”, che rimane il suo maggiore successo solista.

MiniPlaylist:

Run with the wolves- Prodigy (Invaders Must die, 2009)
Carmen Queasy – Maxim feat Skin
Fuel My Fire – Prodigy (The Fat of the Land (1997)

Klaus Dinger (Scherfede, 24 marzo 1946 – Düsseldorf, 21 marzo 2008) è stato un batterista tedesco. È noto per le sue partecipazioni in gruppi musicali krautrock come i Kraftwerk e i Neu!, questi ultimi fondati da lui stesso assieme al chitarrista Michael Rother nel 1971. L’esordio di Dinger nel mondo musicale avvenne nel 1970 come batterista dei Kraftwerk, con i quali registrerà il loro album d’esordio. Successivamente, a causa dell’abbandono della band da parte di Ralf Hütter, fu assunto come suo sostituto il chitarrista Michael Rother, che deciderà, al rientro di Hütter, di abbandonare i Kraftwerk con Dinger per creare un nuovo gruppo musicale chiamato Neu!. Con i Neu! Dinger registrerà tre album (intitolati Neu!, Neu! 2 e Neu! ’75) tra il 1972 e il 1975, anno dello scioglimento del gruppo. Subito dopo lo scioglimento dei Neu!, nel 1976, Dinger fonderà un nuovo progetto musicale chiamato La Düsseldorf.  Ascolta: Im Gluck – Neu! (Neu!, 1971)

Son House (vero nome Eddie James House, Jr.) (Riverton, 21 marzo 1902 – Detroit, 19 ottobre 1988) è stato un cantante e chitarrista statunitense di musica blues. Figura predominante del genere delta blues, lo stile di House è risultato essere nel corso degli anni profondamente influente nel panorama musicale statunitense. Ascolta: Death letter Blues – Son House

Solomon Burke (Filadelfia, 21 marzo 1940 – Haarlemmermeer, 10 ottobre 2010) è stato un cantante statunitense.  Il suo primo successo è “Just Out Of Reach Of My Open Arms”, cover di una canzone popolare country, seguito nel 1962 da Cry to Me. Nel 1964 compone ed incide per la prima volta la celeberrima Everybody Needs Somebody to Love, Dopo alcuni album minori, Solomon Burke riconquista le scene nel 2002, in seguito al grande successo dell’album Don’t Give Up on Me. Ascolta: Just out of reach – Solomin Burke (1961)

Vivian “Viv” Stanshall, nato Victor Anthony Stanshall (Oxford, 21 marzo 1943 – Londra, 5 marzo 1995), è stato un cantante, pittore e poeta inglese. È famoso per essere stato membro della Bonzo Dog Doo-Dah Band e dei Grimms e per la sua surreale esplorazione della borghesia britannica in Sir Henry at Rawlinson End, nonché per la celebre parte del “maestro di cerimonie” che annuncia gli strumenti in Tubular Bells di Mike Oldfield.  Ascolta: I’m Bored – Bonzo Dog Doo Dah band

Shawn Lane (Memphis, Tennessee, 21 marzo 1963 – Memphis, Tennessee, 26 settembre 2003) è stato un chitarrista, pianista e compositore statunitense. Si fece subito notare nei circuiti underground ed entrò a far parte dei Black Oak Arkansas quando aveva soltanto quattordici anni. È conosciuto soprattutto per il suo album solista Powers of Ten e il suo lavoro con Jonas Hellborg, l’ex bassista di John McLaughlin. Ascolta: Time is the enemy – Shawn Lane

Nicholas Matthew “Peanut” Baines (21 Marzo 1978) è il tastierista dei Kaiser Chiefs.  Ascolta: Modern Way – Kaiser Chiefs

Hank Henry D’Amico (Rochester, 21 marzo 1915 – New York, 3 dicembre 1965) è stato un clarinettista e sassofonista statunitense. Dopo iniziali studi di violino, passò al clarinetto con cui si esibì nella band scolastica a Buffalo. Nel corso della sua carriera militò nelle band di Paul Specht (1936), in quella di Red Norvo (1937), poi fu leader di un proprio gruppo, nel 1938. Il biennio 1939-1940 lo vide impegnato con Richard Himber e in seguito, nel 1940-1941, nell’orchestra di Bob Crosby (fratello di Bing Crosby). Dopo aver ricostituito un’altra volta una propria band (1941-1942), ricomincia a suonare come freelance per Les Brown, nuovamente con Red Norvo, Benny Goodman, Cozy Cole, Miff Mole, Tommy Dorsey, Jack Teagarden, contemporaneamente lavora in orchestre radiofoniche sia per la CBS (1943) che per la ABC Records (dal 1944). Ascolta: These Foolish Things – Lester Young

Otis Spann (Jackson, 21 marzo 1930 – 24 aprile 1970) è stato un musicista e cantante statunitense di genere blues. Nato a Jackson, Mississippi, Spann divenne noto per il suo distintivo stile nel suonare il pianoforte, venato da influenze derivanti dal Barrelhouse e dal Chicago blues,rimastegli impresse dopo aver conosciuto il suo maggiore ispiratore,Big Maceo Merriweather. Nonostante, a partire dal 1960, abbia registrato diversi dischi come solista, tra il 1952 ed il 1968 Spann fu membro fisso della Muddy Waters Band, che lasciò in seguito per formare un proprio gruppo. Durante la sua carriera, collaborò inoltre con artisti del calibro di Buddy Guy, Big Mama Thornton, Fleetwood Mac, Bo Diddley, Sonny Boy Williamson II ed Howlin’ Wolf. Ascolta: Good Morning Mr Blues – Otis Spann

Rose Stone, nome d’arte di Rosemary Stewart (Vallejo, 21 marzo 1945), è una cantante e tastierista statunitense afroamericana. È più nota come componente del gruppo Sly & the Family Stone. Ascolta: A family Affair – Sly & Family Stone

Franco Mussida (Milano, 21 marzo 1947) è un chitarrista, compositore e cantante italiano. È uno dei fondatori della Premiata Forneria Marconi. In principio suona come turnista negli studi di registrazione. Parallelamente fonda il gruppo I Quelli insieme a Franz Di Cioccio, la base della futura PFM. È uno dei fondatori del Centro Professione Musica di Milano, una delle scuole di musica più prestigiose d’Italia, che tuttora dirige. Si occupa di comunicazione musicale non verbale e di sperimentazione didattica. Ascolta: E’ Festa – Pfm (Storia di un Minuto, 1972)

Beppe Crovella (Torino, 21 marzo 1952) è un compositore, tastierista, produttore discografico ed editore italiano. E’ noto sia per la sua attività solistica e come compositore che per essere membro originario degli “arti & mestieri”, ed essere tuttora, oltre che compositore e tastierista, loro produttore per la propria etichetta discografica, Electromantic Music. Ascolta: Gravità – Arti e Mestieri

James McDonnell (Brooklyn, 21 marzo 1961) è un batterista e compositore statunitense. Slim Jim Phantom è noto soprattutto per essere il batterista degli Stray Cats, gruppo che negli anni ’80 rese famoso il movimento rockabilly. Recentemente si è unito al chitarrista Danny B. Harvey e al cantante Lemmy Kilmister nel progetto Headcat. Ascolta: Storm the Embassy – Stray Cats

Steve Turner (Houston, 21 marzo 1965) è un cantante e chitarrista statunitense. È principalmente noto per la sua militanza nei Mudhoney, Dal 2002 è impegnato anche in una carriera solista. Ascolta: In ‘N’ Out of Grace – Mudhoney

Abraham Afewerki (Asmara, 21 marzo 1966 – Massaua, 17 giugno 2006) è stato un cantante eritreo. È stato una delle più conosciute figure di compositore, esecutore e produttore musicale della storia eritrea, conosciuto in Patria e nel resto del mondo. Le sue opere erano in tigrigna. Ascolta: Feshekta Ameley – Abraham Afewerki

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi