Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Reloaded | Pubblicato il 6 luglio 2015

L’appuntamento quotidiano con la storia  della musica. In questo articolo raccogliamo tutte le ricorrenze riguardanti la nascita e la morte dei personaggi della musica. La nostra maggiore fonte è wikipedia coadiuvata dalle maggiori webzine musicali e dalle nostre conoscenze, quindi non esitate a segnalarci gli errori.

Louis Armstrong

Louis Daniel Armstrong noto anche con il soprannome di Satchmo o Pops (New Orleans, 4 agosto 1901 – New York, 6 luglio 1971) è stato un trombettista e cantante statunitense. E’ stato tra i più famosi musicisti jazz del XX secolo, dano al genere una connotazione più popolare e accessibile. La sua carriera è iniziata nei primi anni 20.

Miniplaylist
We have all the time of the world (1969)

Cornet Chop Suey – Louis Armstrong (1926)
What a wonderful wordl – Louis Armstrong

Massimiliano “Max” Gazzè (Roma, 6 luglio 1967) è un cantautore, bassista italiano. Dopo varie esperienze all’estero, Rientra a Roma nel 1991 e Max si dedica alla sperimentazione nel suo piccolo studio di registrazione, mentre compone colonne sonore iniziando anche a collaborare con artisti come Frankie HI-NRG MC, Alex Britti, Niccolò Fabi e Daniele Silvestri. Con quest’ultimo in particolare Max si dedica a lunghe collaborazioni.Nel 1994 e 1995 lavora alla realizzazione del primo album, Contro un’onda del mare, pubblicato nel gennaio 1996 e presentato in versione acustica nel tour di Franco Battiato.

Miniplaylist:
L’eremita – Max gazzè (contro un’onda del mare, 1996)
L’origine del mondo – Max Gazzè (la favola di adamo ed eva, 1998)
Elogio sublime alla convivenza – Max Gazzè (tra l’aratro e la radio, 2008)

Rocco Scott LaFaro (Newark, 3 aprile 1936 – Flint, 6 luglio 1961) è stato un bassista statunitense di genere jazz. Anche se non registrò mai come leader, e apparve in meno di venti album, Scott La Faro è probabilmente il bassista più influente degli ultimi 50 anni. Fu lui a portare il contrabbasso via dal suo ruolo di mero accompagnamento (analogamente a quanto farà, circa un decennio dopo, Jaco Pastorius per il basso elettrico). L’utilizzo incondizionato di materiale melodico, la precisione d’intonazione e la ricchezza del vocabolario improvvisativo, erano le caratteristiche salienti della sua personalità musicale. Ascolta: Autumn Leaves – Bill Evans Trio

Louis Vola (La Seyne-sur-Mer, 6 luglio 1902 – Parigi, 15 agosto 1990) è stato un musicista e contrabbassista francese, famoso per aver fatto parte del gruppo jazz Le Quintette du Hot Club de France. Oltre che nel Quintette, Vola suonò anche il basso per Ray Ventura e Duke Ellington, tra gli altri.  Ascolta:  Nauges – Le QUintette du Hot Club de France

Louie Bellson, pseudonimo di Luigi Paulino Alfredo Francesco Antonio Balassoni (Rock Falls, 6 luglio 1924 – Los Angeles, 14 febbraio 2009), è stato un batterista statunitense. Nel 1939 inventò la doppia cassa. Fu batterista, fra gli altri, di Duke Ellington, Benny Goodman, Tommy Dorsey e Harry James. Ascolta: Skin Deep Solo – Louie bellson (1957)

Bill Haley, all’anagrafe William John Clifton Haley (Highland Park, 6 luglio 1925 – Harlingen, 9 febbraio 1981), è stato un cantante e attore statunitense, bandleader del gruppo Bill Haley & His Comets e primo interprete di Rock Around the Clock, uno dei brani rock and roll più conosciuti della storia della musica. Il pezzo ha avuto risonanza come parte della colonna sonora del film Il seme della violenza, distribuito nel 1955.  Ascolta: Ten Little Indians – Bill Haley(1954)

Michael Shrieve (San Francisco, 6 luglio 1949) è un batterista, percussionista e compositore statunitense.Michael Shrieve è meglio conosciuto come il batterista di Carlos Santana e dei Santana. È molto conosciuto per la sua straordinaria performance al Festival di Woodstock del 1969, all’età di soli 20 anni (li ha compiuti il 6 luglio dello stesso anno, facendo di lui il più giovane artista al festival). A Woodstock, Shrieve abbagliò la folla di spettatori del festival esibendosi un uno straordinario assolo di batteria durante la versione dal vivo del brano Soul Sacrifice (della durata di 11:39 minuti). L’esibizione è presente anche nel film documentario Woodstock – Tre giorni di pace, amore e musica. Shrieve, più avanti, ha lasciato i Santana per incamminarsi verso una carriera solista.  Ascolta: Soul Sacrifice – Santana

Graham Oliver (Mexborough, 6 luglio 1952) è un chitarrista britannico, noto per avere militato nei Saxon. Nel 1976 fondò con il bassista Steve Dawson i Son of a Bitch, che l’anno seguente sarebbero diventati i Saxon. Dopo aver lasciato i Saxon nel 1995 rifondò assieme a Dawson e a Pete Gill (anche lui compagno di quei giorni) i Son of a Bitch, con i quali produsse l’album Victim You, fortemente ignorato. Con un parziale cambio di formazione il gruppo divenne Oliver/Dawson Saxon, continuando a fare tour presentando le vecchie canzoni dei Saxon. Nel contempo Oliver registrò anche una prova solista intitolata End Of An Era. Ascolta: Frozen Rainbow – Saxon (Saxon, 1979)

John Jorgenson (Madison (Wisconsin), 6 luglio 1956) è un musicista e polistrumentista statunitense. Sebbene sia noto soprattutto per essere stato il chitarrista di formazioni come la Elton John Band, la Desert Rose Band e gli Hellecasters, Jorgenson è in grado di suonare un gran numero di strumenti musicali, oltre alla chitarra classica: la chitarra pedal steel, la chitarra resofonica, il mandolino, il mandoloncello, il pianoforte, il contrabbasso, il clarinetto, il fagotto e il sassofono. Ha inoltre collaborato con Bob Dylan, Bob Seger, Willie Nelson, Johnny Cash, Emmylou Harris, Barbra Streisand, Luciano Pavarotti, Roy Orbison, Bonnie Raitt e i TheByrds. Ascolta: Limehouse Blues – John Jorgenson

Heather Nova (nome di battesimo Heather Allison Frith) (Bermuda, 6 luglio 1967) è una poetessa e cantautrice inglese. Nel 1990 ha pubblicato il suo primo album, Heather Frith un EP. Non aveva ancora cambiato il suo nome. L’avrebbe fatto piu in là. Infatti nel 1993 il nuovo nome debutta con l’EP Spirit in You e l’acclamato album Glow stars. Il successo di questo secondo EP la porta, nello stesso anno, a pubblicare il primo album live, Blow, che lei ha pubblicizzato con un tour europeo. Nel 1994 ha pubblicato, come dicono in molti, il suo lavoro migliore, l’album Oyster che la porta in tour per più di due anni. Nel 1995 un altro album live, Live from the Milky Way. Siren, il seguito di Oyster è stato pubblicato nel 1998. Ascolta: Spirit in you – Heather Nova (Glow Stars, 1993)

Nicholas John Cester, conosciuto come Nic Cester (Melbourne, 6 luglio 1979), è un cantautore e chitarrista australiano, frontman dei Jet, giunto al successo con l’album Get Born, del 2003. Ascolta: Back in Black – Nic Cester feat Muse

Kate Marie Nash (Dublino, 6 luglio 1987) è una musicista inglese. Il debutto di Nash è un doppio A-side pubblicato da un’etichetta indipendente, la Moshi Moshi, nel febbraio 2007. La tiratura è di sole 1000 copie e solo su vinile. “Caroline’s a Victim”, è una canzone dalle sonorità sintetiche dedicata ad una sua amica, Caroline. Viene anche realizzato un videoclip per il pezzo, che ha riceve una buona visibilità su MTV2. Nel marzo 2007, Nash firma con la Fiction Records, un’etichetta che ha nelle sue fila artisti del calibro di Snow Patrol, The Maccabees, Yeah Yeah Yeahs, Alberta Cross Delays. Ascolta: Fluorescent Adolescent – Kate Nash (Arctic Monkeys cover)

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi