Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

News | Pubblicato il 4 aprile 2015

Rieccoci con l’usuale  appuntamento settimanale intitolato “Saturday Come Slow”, uno spazio con il quale parte della redazione vi propone le migliori novità della settimana. Considerato l’elevato numero di nuovi brani settimanali, abbiamo pensato di estrapolare quelli che hanno destato maggiore interesse. Ogni singolo articolo di questo spazio lo troverete nella sezione News. Cliccate sui titoli per ascoltare i brani.

TABLE_SCRAPS

Electricity – Table Scraps (More Time for Strangers, 2015)

Table Scraps è un duo composto da Scott Vincent Abbott (voce e chitarra) e Poppy Twist (batteria e voce). More Time For Strangers è l’album di debutto che uscirà il 5 Giugno via Hells Teeth.  “Electricity” il primo brano estratto che mette in evidenza il vigore del loro sound e le forti dissonanze in prospettiva noise.

Starfire – Jaga Jazzist (Starfire, 2015)

A cinque anni dall’ultimo lavoro in studio One-Armed Bandit, i Jaga Jazzist ritornano con un nuovo lavoro. Si intitola Starfire e uscirà il 2 Giugno via Ninja Tune. E’ disponibile lo streaming della title-track come prima anticipazione.

Hand to Mouht – FEHM (Animal Skin Ep, 2015)

FEHM è una band proveniente da Leeds guidata da Paul Riddle. Animal Skin è l’ep di debutto previsto per l’11 Aprile. “Hand to Mouht” è la prima anticipazione che rivela il backgorund post-punk della band e ruvidità della loro musica.

Avevo Cose da Dire – Makhno (The Third Season, 2015)

A tre anni da Silo Thinking, ritorna Paolo Cantù con il suo progetto Makhno. The Third Season è il nuovo album uscito il 15 Marzo via Brigadisco, Neon Paralleli, Bloody Sound Fucktory, Hysm?,Il Verso del Cinghiale, Only Fucking Noise, Villa Inferno, Xego, Wallace Records.

Enssa El Aatab - Omar Souleyman (Bahdeni Nami, 2015)

A due anni da  Wenu Wenu, ritorna il musicista siriano Omar Souleyman. Il nuovo lavoro si intitola Bahdeni Nami e uscirà il 28 Luglio via Monkeytown e conterrà le collaborazioni (alla produzione) di Gilles Peterson, Modeselektor e Four Tet. I secondi citati si sono occupati della produzione del primo singolo estratto ”Enssa El Aatab“.

Golden terrace – The Declining Winter (Home for Lost Souls, 2015)

The Declining Winter è il progetto britannico guidato da Richard Adams degli Hood. Home for Lost Souls è il nuovo album uscito circa una settimana fa (si tratta di un’autoproduzione). Le quattordici tracce fanno emergere l’elaborata tessitura del manto sonoro fra trame armoniche in bilico fra linee folk in chiave melodica e “sviluppo” post-rock del’intreccio compositivo.

Quandry  – Darkstar & Zomby (2015)

Poco dopo l’uscita di News from nowhere, i Darkstar annunciarono la notizia dell’abbandono di James Buttery. Il gruppo britannico si fa risentire con un nuovo brano in colaborazione con Zomby (che aveva contribuito al loro album di remix). Si intitola “Quandry” e dovrebbe essere la prima anticipazione dal nuovo lavoro che uscirà a fine anno.

Air. Coltan. Carbon. Lithium.J. G. Biberkopf (Ecology, 2015)

J. G. Biberkopf è un interessante producer e musicista tedesco che sta per debuutare con l’ep Ecology che uscirà ufficialmente a maggio. Il lavoro sarà prodotto da Knives, una nuova relatà discografica che coinvolge Kuedo e Joe Shakespeare (Motto Books, IMA Brisbane). “Air. Coltan. Carbon. Lithium.” è il primo singolo estratto che mette in evidenza il tono oscuro della composizione.

Paper of the Way – Suzanne Silver (Like Lazarus, 2015)

A tre anni da Deadband, Suzanne Silver pubblicano un nuovo full-lenght. Si intitola Like Lazarus ed è uscito il 16 Marzo attraverso una co-produzione che ha coinvolto Pied De Biche, Musica Per Organi Caldi, Canalese Noise, Hysm?, New Sonic, Rotten Pope, Goat Man, Doremillaro, Arsonica, Wild Love, Radio Is Down. Le sei tracce fanno emergere la ruvidità controllata del suono, i retaggi psichedelici e la gestione eccellente dei ritmi non sempre regolari.

Automat – Heezen (Abandoned Memory, 2015)

Heezen è lo pseudonimo del sound-artist spagnolo Raül Fuentes che propone trame ambientali sofisticate e caratterizzate dall’uso di field recording e l’uso di linee ritmiche non sempre regolari; un “fascio” elettroacustico suggestivo e sempre in movimento. Abandoned Memory è il suo quarto album in studio uscito via Feutlab.

The Ol’ River Gang – Pfarmers (Gunnera, 2015)

Pfarmers è il supergruppo composto da Danny Seim (Menomena, Lackthereof), Bryan Devendorf (the National) e il cornista Dave Nelson. Gunnera è l’album di debutto che uscirà il 12 Maggio via Jurassic Pop. “The Ol’ River Gang” è il primo singolo estratto.

Silaluk – Shadow Age (Silaluk, 2015)

Shadow Age è un’interessante band statunitense proveniente dalla Virginia. Silaluk è l’ep di debutto che uscirà ufficialmente il 19 Maggio via 6131 Records. E’ disponibile lo streaming della title-track (via Stereogum) che porta alla luce il background post-punk della band.

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi