Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

News | Pubblicato il 12 aprile 2014

Rieccoci con l’usuale  appuntamento settimanale intitolato “Saturday Come Slow”, uno spazio con il quale parte della redazione vi propone le migliori novità della settimana. Considerato l’elevato numero di nuovi brani settimanali, abbiamo pensato di estrapolare quelli che hanno destato maggiore interesse. Ogni singolo articolo di questo spazio lo troverete nella sezione News. Cliccate sui titoli per ascoltare i brani.

Willis-Earl-Beal-608x470

By The Lake – Willis Earl Beal (Curious Cool, 2014)

A pochi mesi dell’uscita inaspettata di A Place That Doesn’t Exist, Willis Earl Beal ci sorprende una seconda volta con otto nuovi brani. L’album si intitola Curious Cool. 

Simple – Skalpel (Simple, 2014)

Stanno per tornare gli Skalpel con un nuovo ep. Il duo polacco, composto da Marcin Cichy e Igor Pudło, pubblicherà Simple il 10 Maggio di quest’anno. Il lavoro arriva a quasi 10 anni dall’ultimo full-lenght Konfusion. E’ in streaming la title-track che mette in evidenza la struttura future jazz della loro musica.

Dancing On The Edge Of The Void – Franz Kirmann (Meridians, 2014)

Franz Kirmann è un musicista e producer francese con base a Londra. Ve lo abbiamo presentato in occasione dell’uscita degli album dei Piano Interrupted, duo del quale fa parte.  A luglio (via Denovali Records), è prevista l’uscita del secondo album solista intitolato Meridians e ”Dancing On The Edge Of The Void” è il primo singolo estratto. Il brano mette subito in evidenza la miscela fra neoclassica ed elettronica; quest’ultima spadroneggia nella parte centrale del brano.

New Obsession – Odonis Odonis (Hard Boiled, Soft Boiled, 2014)

L’anno scorso vi abbiamo presentato gli Odonis Odonis, gruppo canadese che si è fatto notare accompaganndo i connazionali METZ in tour. Sta per uscire un nuovo lavoro intitolato Hard Boiled Soft Boiled  ed è disponibile lo streaming integrale sulla pagina souncloud di Buzz Records. Dall’ascolto emerge una incisiva robustezza del suono risultante da una miscela di trame punk, “deviazioni” industrial e strati shoegaze.

Never There – Invisible Elephant (Sleepwalking, 2014)

Invisible Elephant è un progetto di cui si hanno poche note biografiche: si tratta di un multi-strumentista britannico con due album alle spalle. Il nuovo lavoro si intitola Sleepwalking ed è disponibile lo streaming integrale. Le sei tracce mettono in evidenza l’atmosfera eterea della sua musica (nel quale assume un gran rilievo l’arpeggio della chitarra), con voce sussurrata e venature ambient e psichedeliche che si fondono meravigliosamente.

Gathering – SoftSpot (MASS, 2014)

SoftSpot è un gruppo proveniente da Brooklyn attivo dal 2009. La formazione comprende Sarah Kinlaw, Bryan Keller, Blaze Bateh. Jonathan Campolo. Mass è il titolo del nuovo album che è uscito ufficialmente oggi. La musica del gruppo statunitense si basa su basi melodiche (l’affascinante voce di Sarah Kinlaw) che vengono puntualmente sfibrate, portando le composizioni verso soluzioni non lineari e a volte ruvide. Umore tendenzialmente cupo e u elevato livello di intimità della composizione.

Yellow Raincoats – I Have a Tribe (2014)

I Have Tribe è il progetto del musicista e cantante irlandese Patrick O’Laoghaire. Il 2 Maggio uscirà l’album di debutto via Faction Records. “Yellow Raincoats” è la nuova anticipazione che vede la produzione di Rob Ellis (PJ Harvey, Anna Calvi). Il brano mette in mostra l’accentuato intimismo della composizione che rispecchia anche  il delicato stile vocale del cantautore irlandese.

Void – Hear Hums (Malaise, 2014)

Hear Hums è un trio statunitense (proveniente dalla Florida) composto da Mitch Myers, Kenzie Cooke, Brian Bo. A due anni da Opens e con un cambio di formazione, tornano con un nuovo lavoro intitolato Malaise. Un titolo che esprime benissimo l’umore d’inquietudine dell’album che si basa su strutture dark-ambient, frammentazioni ritmiche e naturali incursioni rumoristiche.

We Are You – Lay Llamas (Ostro, 2014)

Arriva dal portale inglese The Quietus la notizia che il 25 Maggio uscirà il debut-album dei Lay Llamas, intitolato Ostro, edito per la prestigiosa etichetta londinese Rocket Recordings. Il disco, il cui titolo prende il nome da un vento che spira dall’Africa attraverso il Mar Mediterraneo, è frutto del connubio musicale tra Gioele Valenti e Nicola Giunta ed è stato registrato nella nativa Sicilia, nei pressi del Tempio di Hera (Selinunte). La musica del duo viene definita come una specie di Pagan-Post Punk con venature psichedeliche, come suggerisce “We Are You” il brano scelto per anticipare l’uscita dell’album.

Goddess – Chrome Sparks (Goddess, 2014).

Nuovo brano di Chrome Sparks, pseudonimo del producer statunitense Jeremy Malvin. Si intitola “Goddess” ed è la title-track del nuovo ep che uscirà, il 22 Aprile,  per la Future Classic.

Hollow Wave – Bremen (Second Launch, 2014)

Bremen è un duo svedese composto dal chitarrista Lanchy Orre e l’organista Jonas Tiljander. Second Launch è il titolo del nuovo lavoro che uscirà il 9 Giugno via Blackest Ever Black. “Hollow Wave” è il primo singolo estratto.

All is Possible – XTRNGR (Climbing, 2014)

Nuovo album di Xtrngr, pseudonimo del producer spagnolo Kenny Perez. A due anni di distanza da Together, la Discontinu Records ha pubblicato  il vinile di Climbing. Stilisticamente eclettico, l’album si sofferma sul lato piò oscuro della composizione e su ritmi più accelerati, anche se non mancano le distensioni con il quale la sua musica raggiunge un livello di tensione notevole. Ecco lo streaming integrale.

Chantale – Mathias Mentale (2014)

Nuovo singolo per i canadesi Mathias Mental, band che vi abbiamo presentato in Hidden Sounds nello scorso mese di novembre. L’ipnotico electro-pop del terzetto di Montreal si arricchisce così di un nuovo episodio, intitolato “Chantale” e disponibile sulla pagina Bandcamp del gruppo.

Smokestacks – LAYLA (Black Mud, 2014)

Il 28 Aprile uscirà il nuovo ep di LAYLA, cantante londinese meglio conosciuta come Jose Vanders. Si intitola Black Mud. “Smokestacks“ è la prima anticipazione.

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi