Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

News | Pubblicato il 9 maggio 2015

Rieccoci con l’usuale  appuntamento settimanale intitolato “Saturday Come Slow”, uno spazio con il quale parte della redazione vi propone le migliori novità della settimana. Considerato l’elevato numero di nuovi brani settimanali, abbiamo pensato di estrapolare quelli che hanno destato maggiore interesse. Ogni singolo articolo di questo spazio lo troverete nella sezione News. Cliccate sui titoli per ascoltare i brani.

Multicast Dynamics

Vascular – Multicast Dynamics (Aquatic System, 2015)

Multicast Dynamics è il moniker del compositore finlandese Samuel van Dijk. Il suo lavoro passato ha attirato l’attenzione della Denovali Records che pubblicherà il suo nuovo album questo mese. Si intitola Aquatic System e ”Vascular” è un nuovo estratto che mette in evidenza le strutture ambient minimali attraversate dal movimento ritmico come sovrastato.

Resurrection – Leafcutter John (Resurrection, 2015)

A nove anni dall’ultimo album solista (The Forest and the Sea), ritorna Leafcutter John aka John Burton (Polar Bear). Si intitola Resurrection e uscirà ufficialmente il 4 Maggio via Desire Path. Vi proponiamo la title-track che mette in evidenza le trame ambient tribolate e contemporaneamente evocative.

Summer Swallows – Inti Rowland (17th Century Japanes Aviary, 2015)

Inti Rowland è un cantautore britannico proveniente da Londra. 17th Century Japanese Aviary è il suo album di debutto, uscito ad Aprile, che è stato registrato in una vecchia chiesa insieme alla sua band. Vi proponiamo lo streaming integrale. Le tracce mettono in evidenza un suono in sospensione fra purezza ed estetica acustica e incursioni orchestrali.

Turn It Off – Froth (Bleak, 2015)

Froth è un quartetto di Los Angeles; la formazione comprende Joo-Joo Ashworth e Jeff Fribourg (membri fondatori), Jeremy Katz e Cameron Allen (Wyatt Blair,Keepers of the Sun). Bleak è il secondo album in studio che uscirà il 19 Maggio via Burger Records. “Turn It Off” è il primo singolo estratto che porta alla luce il backgorund post-punk e i retaggi psichedelici.

artifact -4.0 – Craün (Analysis, 2015)

Craün è lo pseudonimo del musicista e sound designer greco Craün. Analysis è il suo album di debutto che uscirà il primo giugno via Hush Hush Records. ”artifact 4.0” è la prima anticipazione che mette in evidenza il contrasto della struttura ambiente fra atmosfere evocative e ruvidità.

Hunter – Farao (2015)

Farao è il progetto solista della cantante britannico-norvegese Kari Jahnsen. L’anno scorso vi abbiamo presentato il suo convincente omonimo ep di debutto. Arts & Crafts e Full Time Hobby, nei prossimi mesi, pubblicheranno il suo primo full-lenght. E’ disponibile lo streaming di un nuovo brano intitolato ”Hunter” che rimarca le sue doti vocali e la natura “inquieta” della composizione.

Let Me In – Lee Chapman (The Common Silence, 2015)

Lee Chapman è un compositore britannico proveniente da Burnley. Usa la manipolazione degli strumenti per creare “dense” atmosfere ambientali caratterizzate da minimalismo e movimento. The Common Silence è il suo primo full-lenght.

A.R.T. III – NSI (A.R.T., 2015)

A cinque anni dall’uscita di Sync, tornani gli NSI (Tobias Freund e Max Loderbauer) con un nuovo full-lenght. Si intitola A.R.T. ed è uscito via No. Vi proponiamo lo streaming integrale. L’ascolto porta alla luce l’approccio eclettico e non convenzionale all’elettronica con una prevalenza di strutture dark-ambient e di “sfasamento” del senso ritmico.

Home – Barbarossa (Imager, 2015)

Barbarossa (aka James Mathè) ha annunciato l’uscita del nuovo album Imager che verrà pubblicato l’11 Maggio via Memphis Industries. Vi proponiamo “Home“, un nuovo brano con la collaborazione del musicista svedese José González.

Fix My gaze – Cross Record (2015)

Cross Record è il progetto che coinvolge i due musicisti texani Emily Cross e Dan Duszynski. A due anni dall’uscita di Be Good, tornanoa  farsi sentire con un nuovo brano intitolato “Fix My Gaze” che porta alla luce la soavità della voce femminile immersa in un suono minimale ed evocativo.

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi