Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

News | Pubblicato il 20 giugno 2015

Rieccoci con l’usuale  appuntamento settimanale intitolato “Saturday Come Slow”, uno spazio con il quale parte della redazione vi propone le migliori novità della settimana. Considerato l’elevato numero di nuovi brani settimanali, abbiamo pensato di estrapolare quelli che hanno destato maggiore interesse. Ogni singolo articolo di questo spazio lo troverete nella sezione News. Cliccate sui titoli per ascoltare i brani.

Stefano Spataro

She Loves This Heat – Stefano Spataro (Try/Give Up, 2015)

A un anno da Solquest Is Dead (But I Feel Fine, Thanks!), Stefano Spataro (Hysm?Duo, Solquest) ritorna con un nuovo album che esce per la sua etichetta Hysm?. Si intitola Try/Give Up ed è il risultato di una improvvisazione attraverso la simulazione di una band: ogni strumento è registrato con una performance in presa diretta e “miscelato” con le campionature degli altri strumenti.

L’etoile de mer (Marcia funebre del 1900) – Teho Teardo (Le Retour à la raison, 2015)

L’anno scorso vi abbiamo presentato Ballyturk, l’ultimo lavoro di Teho Teardo e fra le migliori uscite del 2014. L’artista romano torna con un nuovo album che si intitola Le retour à la raison e uscirà il 19 Settembre via Specula Records. La prima anticipazione è il video per “L’etoile de mer (Marcia funebre del 1900)” .

A Pulse Passes from Hand to Hand Pt.2- Aaron Martin e Jeremy Young (A Pulse Passes…., 2015)

Aaron Martin è uno degli artisti che maggiormente apprezziamo e Comet’s Coma è stato uno degli album protagonisti della scorsa annata. Il musicista statunitense è stato in tour con gli Sontag Shogun e dalle esibizioni dal vivo è nata la collaborazione con Jeremy Young. A Pulse Passes from Hand to Hand è il frutto del loro lavoro uscito via white paddy mountain: quattro tracce che partono da un loop di pianoforte creato da Young e proseguono con l’improvvisazione strumentale.

I’m Not Going Down – Lois (2015)

Lois è il progetto solista di Lois Brea Ares, cantante e chitarrista della band spagnola Trajano. Dopo “Madrid“, vi presentiamo un nuovo brano intitolato “I’m Not Going Down” che mette il suo timbro di voce baritonale e la commistione fra linea melodica e retaggi post-punk.

The Train Keeps Rollin’ – Tony Wilson 6tet (A day’s Life, 2015)

A sei anni da People look like flowers at last, ritorna il Tony Wilson 6tet. Oltre al compositore e chitarrista canadese, la formazione comprende  J.P. CarterMasa Anzai, , Russell Sholberg, , Jesse Zubot e Skye Broo. Il nuovo lavoro si intitola A day’s Life è il nuovo lavoro. Vi proponiamo ”The Train Keeps Rollin’ ” che emtte in evidena l’atmosfera noir, i ritmi serrati, la complessità del suono e l’inevitabile trama jazz.

Epithet – M.E.S.H. (Piteous Gate, 2015)

Il 17 Luglio la label tedesca PAN pubblicherà il primo full-lenght del producer berlinese M.E.S.H. che vi abbiamo presentato in occasione dell’uscita dell’ep Scythians. Si intitola Piteous Gate. Vi proponiamo il primo singolo estratto ”Epithet” che mette in evidenza il lato minimalista della composizione, la compressione delle dinamiche techno a favore delle linee rumoristiche.

GLue Buzz – My Cruel Goro (My Cruel Goro, 2015)

My Cruel Goro è un progetto nato dall’iniziativa di Andrea Maraschi (voce, chitarra, programming), Andrea Marcellini (basso) e Tommaso Adanti (batteria). Il 3 agosto uscirà l’omonimo ep di debutto via Hermana PR. “Glue Buzz” è il primo singolo estratto. Vi proponiamo il video ufficiale diretto da Massimo Scoposki (The Clothes). Il brano è davvero notevole e miscela sonorità “prepotenti” e robuste con un certo livello di controllo e una dose di rumorismo granitico.

Unkillable – Katie Dey (asdfasdf, 2015)

Katie Dey è un’interessante cantautrice e polistrumentista australiana. asdfasdf  è il suo nuovo album che è uscito su cassetta via Orchid Tapes. L’uso della sua delicata e “stentata” voce è un punto determinante della composizione che è attraversata da trame folk e passaggi dream pop evocativi declinati su un umore brumoso.

What Went Down – Foals (What Went Down, 2015)

A due anni da Holy Fire, i Foals hanno annunciato il loro ritorno. Il nuovo album si intitola What Went Down e uscità il 28 Agosto. La produzione è a cura di James Ford. Vi proponiamo il video della title-track per la regia di Niall O’Brien.

Building Blocks – MOVION (MOVION, 2015)

Movion è un interessante trio di Torino. La formazione comprende Nicolò Tamagnone (chitarra, loops), Alessandro Angeleri (batteria) e Antonio Vomera (basso, synth). La band  propone una trama sonora orientata ad un post-rock di varie sfumature che tange le dissonanze dei temi stilistici alternative e le dilatazioni delle atmosfere ambient (in senso lato). L’omonimo disco di debutto è uscito il primo maggio via Vollmer Industries, Edison Box, Canalese Noise Records, Calista Records, Bookhouse Records (USA).

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi