Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

News | Pubblicato il 30 agosto 2014

Rieccoci con l’usuale  appuntamento settimanale intitolato “Saturday Come Slow”, uno spazio con il quale parte della redazione vi propone le migliori novità della settimana. Considerato l’elevato numero di nuovi brani settimanali, abbiamo pensato di estrapolare quelli che hanno destato maggiore interesse. Ogni singolo articolo di questo spazio lo troverete nella sezione News. Cliccate sui titoli per ascoltare i brani.

Pagliarulo

Qui Per Me – Giuseppe Pagliarulo (Rapporto di Gara, 2014)

Siamo lieti di avervi presentato, in anteprima esclusiva, il primo singolo e il video del primo brano estratto dal debutto Rapporto Di Gara (che uscirà via Macrostudio Dischi) del cantautore e musicista Giuseppe PagliaruloL’album è stato registrato e mixato presso il Rumore Rosa Studio di Eboli di Cristian Perduto. Il mastering è a cura di Giovanni Versari (presso La Maestà Studio). Il brano si intitola “Qui Per Me“: dall’ascolto emerge subito un buon livello di scrittura e soprattutto un suono potente e imponente, un ritmo che non conosce sosta e rinvigorisce il significato delle parole. Un pezzo che promette un album di ottimo livello.

The Sounding Circle – Richard Moult (2014-2015)

A un anno da Aonaran e dall’uscita della collaborazione con il connazionale David Colohan per “HexameronRichard Moult ha annunciato l’uscita di un nuovo album che dovrebbe avvenire fr ala fine del 2014 e l’inzio del 2014. Il compositore britannico non ha fornito al momento altri dettagli. E’ disponibile il video della prima anticipazione “The Sounding Circle“: una suggestiva ballata oscura che vede il contributo vocale di David Colohan.

Weight of the World – Cambio Sun (2014)

Cambio Sun è un giovane e promettente producer londinese (il nome vero è Charlie Tait) che ha pubblicato da poco la seconda traccia. Dopo “Intuition”, è disponibile lo streaming di “The Weight of the World“: un brano che all’inizio esplora trame oscure e poi prosegue con una crescita ritmica e l’introduzione di un grazioso falsetto.

Slow Bow – Caudal (Ascension, 2014)

Caudal è un terzetto canadese composto da Aidan Baker (Nadja, Whisper Room, B/B/S/) alla chitarra, Gareth Sweeney (Gout) al basso e Felipe Salazar (Muerte En Pereira) alla batteria. Ascension è il nuovo album che uscirà il 14 Settembre. Vi proponiamo un’anticipazione presente sulla loro pagina bandcamp. La loro musica concentra vari stili: si va dal drone-rock a strutture ambient sino a incursioni kraut e post-punk.

Darkened Bar – Jordan Dykstra (Audition, 2014)

Jordan Dykstra potrebbe suonare un nome poco familare ma dietro c’è già una gavetta importante: collaborazioni del calibro di Dirty Projectors e Gus Van Sant. Il talentuoso compositore statunitense, proveniente dall’Iowa, ha pubblicato recentemente il suo primo lavoro solista. Si intitola Auditioned è stato composto semplicemente con l’utilizzo dei quattro strumenti ad arco e field recordings.

Seraphese – Morly (2014)

Morly è una interessante producer proveniente dal Minnesota. “Seraphese” è il suo brano di debutto e mette subito in mostra le sue qualità: l’eleganza vocale, lo strato elettronico che si intreccia alla perfezione con l’inserimento del piano creando qualcosa di forte (emotivamente parlando).

Clear – Christopher Willits (Opening, 2014)

A tre anni da GOLD (Overlap), ritorna Christopher Willits con un nuovo album. Il compositore, musicista e visual-artist statunitense pubblicherà Opening fra circa una settimana (il 2 settembre) via Ghostly. E’ un progetto audiovisivo che contiene anche 45 minuti di visual, sette fotografie e live-performance multisensoriali e multicanale.”E’ disponibile lo streaming integrale su FACT MAGAZINE. Il 20 ottobre sarà in Italia per una data a Bologna (Estragon).

Fluid – Marta dell’Anno (Fluid, 2014)

Marta dell’Anno è un’interessante cantautrice e musicista proveniente da Foggia. Segue una formazione classica diplomandosi in viola al Conservatorio di Pescara e suona per anni in diverse orchestre italiane. Nel 2008 entra a far parte del gruppo di musica tradizionale « Tarantula Garganica » di Monte Sant’Angelo in qualità di violinista e cantante. Dopo numerosi concerti in Europa ed America del Nord, nel 2012 decide di creare un nuovo progetto inizialmente sotto forma di trio, che poi diventerà un duo: SOAP TRIP.Quest’anno è arrivo il primo ep da solista intitolato Fluid che mette in evidenza l’eleganza compositiva e la grazia vocale dell’artista pugliese.

Nightmaring – Charlatan (Local Agent, 2014)

Charlatan è il  progetto di Brad Rose (capo della Digitalis, conosciuto anche con lo pseudonimo di The North Sea e metà dei  Safiyya). Local Agent è il quarto album in studio e “Nightmaring” è una prima anticipazione. Uscirà per la Umor Rex in edizione limitata di 300 Copie. Dall’ascolto emergono subito vari elementi: il noise, riferimenti “spaziali”, riferimenti dub e un progressivo incrociarsi di questi elementi.

The Rook – Piers (We are the Map, 2014)

Piers è un trio statunitense conosciuti precedentemente con il moniker Gondola. Dopo l’ep del 2013 We Are The Map, il 16 Settembre debutteranno con un album omonimo. “The Rook” è il primo singolo estratto: ritroviamo un falsetto che si distende su una trama esenzialmente melodica con ritmi cangianti che danno una scossa alla linearità dell’arrangiamento.

Under My Skin – Rivergazer (Random Nostalgia, 2014)

Rivergazer è il progetto solista di Kevin Farrant, musicista di origine londinese ma con base a New York. Un musicista che abbiamo incontrato perchè ha contribuito al progetto Porches. di Aaron Maines. Qualche settimana fa è uscito il suo album di debutto intitolato Random Nostalgia. Da un primo ascolto emerge la sua proposta in chiave cantautorale con sottili venature psichedeliche.

Space Before Gestures – Darren McClure (Water Garden, 2014)

Darren McClure è un nome che abbiamo spesso nominato su queste pagine; circa un mese fa vi abbiamo parlato del progetto Suisen con Tomotsugu Nakamura. Miguel Isaza è un compositore colombiano che si dedica alla ricerca e sperimentazione del suono. La Unknown Tone Records ha pubblicato la loro collaborazione che si è concretizzata in Water Garden. Sono disponibile tre anticipazioni: la title-track, “Space Before Gestures” e “Breathe“: emerge subito l’approccio minimale a livello di elettronica con piccoli ma essenziali movimenti di destrutturazione del suono; lo strato rumoristico è sottile ma assordante.

 

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi