Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

News | Pubblicato il 14 novembre 2015

Rieccoci con l’usuale  appuntamento settimanale intitolato “Saturday Come Slow”, uno spazio con il quale parte della redazione vi propone le migliori novità della settimana. Considerato l’elevato numero di nuovi brani settimanali, abbiamo pensato di estrapolare quelli che hanno destato maggiore interesse. Ogni singolo articolo di questo spazio lo troverete nella sezione News. Cliccate sui titoli per ascoltare i brani.

Mammifer

Husk – Daniel Menche e i Mammifer (Crater, 2015)

Crater è il risultato della collaborazione fra il musicista statunitense Daniel Menche e i Mammifer, il duo composto da  Aaron Turner (ISIS) e Faith Coloccia. Uscirà il 16 Novembre via SIGE. E’ disponibile lo streaming integrale.

All is Grace – Revolutionary Army of the Infant Jesus (Beauty Will Save the World, 2015)

A più di 22 anni dal doppio disco The Gift Of Tears & Le Liturgie Pour Le Fin Du Temp, torna una band di culto come i Revolutionary Army of the Infant Jesus. I britannici hanno pubblicato un nuovo album intitolato Beauty will save the world che è uscito il 16 Ottobre via Occultation Recordings.

Part One – øjeRum (The Forest is Sleeping Within the Trees, 2015)

A pochi mesi da He Remembers There Were Gardens, ritorna il progetto danese  øjeRum aka Paw Grabowski. Il nuovo album si intitola The Forest is Sleeping Within the Trees che è uscito il 5 Novembre via Scissor Tail. Da un primo ascolto emerge subito un suono minimale che tange trame ambient e neoclassiche.

Wars – Eliza Shaddad (Run, 2015)

ELiza Shaddad è un’interessante cantautrice scozzese che sta per pubblicare il suo secondo ep. SI intitola Run e “Wars” è la nuova anticipazione, disponibile in streaming, che mette in evidenza il contrasto-incrocia fra melodia e ruvidità con la soavità vocale che spalleggia echi wave.

The Way Up – BRNS (2015)

BRNS è il progetto di un multi-strumentista belga che vi avevamo presentato in occasione dell’uscita dell’album Patine. In occasione del suo tour britannico, ha pubblicato un nuovo singolo intitolato ”The Way Up” che mette in evidenza la trama melodica indirizzata su sperimentazioni ritmiche.

OKO – Bambi Kino Duo (See Heat, 2015)

Bambi Kino Duo è la collaborazione fra Brian Case dei Disappears e Justin Walter (che ha debuttato per Kranky con Lullabies & Nightmares nel 2013). See Heat è la prima release che è uscita il 7 Novembre via International Anthem. Vi proponiamo “OKO” che porta alla luce la trama ambient in un’ottica “snaturata” con sottostrati pulsanti.

The Empathy Engine – Orla Wren (Moccasin Flowers (silentSEED), 2015)

A pochi mesi dall’uscita con il progetto Bamboo Stilts, Orla Wren torna con un nuovo album solista. Si intitola Moccasin Flowers (silentSEED) ed è uscito ufficialmente il 31 Ottobre.

Lunar – Public Memory (Wuthering Drum, 2015)

Public Memory è il nuovo progetto di Robert Tohe degli ERAAS. Wuthering Drum è l’album di debutto che uscirà il 18 Marzo via Felte. “Lunar” è la prima anticipazione che mette in mostra un’elettronica dilatata e nebbiosa, così come la performance vocale.

Blossom – Richard Ginns (Until the Morning Comes, 2015)

Richard Ginns è un sound-artist che vive a Manchester. Lavora spesso in connessione con arti visive e l’utilizzo del field recording. I suoi lavori sono usciti per label come Analogpath, TwiceRemoved, Cotton Goods, Slow Flow recs, Audio Gourmet. Until The Morning Comes è il suo nuovo album che è uscito ufficialmente l’11 Novembre via Eilean.

Middle of Nowhere – Borthers in Law (We Were Never Being Boring, 2015)

A due anni dall’ottimo debutto con Hard Times for Dreamers, i Brothers in Law tornano con il secondo album in studio. Si intitola We Were Never Being Boring e uscirà a gennaio del 2016. “Middle Of Nowhere” è la prima anticipazione disponibile via Clash.

Dark Horse – Myrra Ròs (One amongst others, 2015)

A più di tre anni dal debutto con Kveldúlfur, la cantautrice islandese Myrra Ròs torna con il suo secondo album in studio. Si intitola One amongst others ed è uscito a inizio ottobre come autoproduzione.

Green Eyes – Elias (WARCRY EP, 2015)

Elias è un giovanissimo producer e cantante svedese dotato di una voce soave e “profonda”. WARCRY è il suo ep di debutto che è uscito via Warner. “Green Eyes” è una nuova anticipazione. Le parole dell’artista sul brano: ““In ‘Green Eyes’ I have tried to portray the pain and despair you feel when you can’t let go of a person,” says Elias. “Even though you really have to, and it’s the only thing you want to. This perfect person that is still a monster in your head.”

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi