Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Recensioni | Pubblicato il 15 dicembre 2014

Seaweeds

Xu & Rooms Delayed

Seaweeds

Genere: Ambient-Drone, Neoclassical

Anno: 2014

Casa Discografica: Triple Moon Record

Servizio di:

L’Italia, musicalmente parlando, può vantare l’eccellenza di una certa scena che per brevità chiameremo “elettroacustica”. Non sempre esaltata come si dovrebbe, sono moltissimi coloro che vengono prodotti da etichette straniere. E’ il caso dell’ultima produzione della Triple Moon Records.

Seaweeds è il risultato della collaborazione fra Nicola Fornasari (Xu) e Vincenzo Nazzaro (Rooms delayed) che hanno composto uno dei dischi più interessanti di questa annata. Le sei tracce rappresentano il cinematico dialogo fra due compositori: il risultato è un insieme di composizioni ambientali, con contaminazioni neoclassiche, che vengono indirizzate su atmosfere “incastrate” fra suggestione (forte il livello evocativo della solenne “Seaweed“) e tensione emotiva (la fluidità traballante della dissonanza della finale “A white Fringe“). ”Marsh Maze” è un meraviglioso chiaroscuro che rappresenta benissimo questa dualità.

L’umore grigio emerge nell’iniziale “The Shore” caratterizzata da un piano sommesso e costante che di deposita su una linea ruvida e continua. Il mood si inclina maggiormente nella curata tribolazione di “Tidal Flat”, fra i brani più intensi e interessanti dell’albun. ”Photic Zone” è uno dei momenti più coinvolgenti del disco con un minimalismo ricercato e vibrazioni perfettamente calibrate.

Un’autentica perla che va oltre alla suggestione e che scava in profondità l’emotività dell’ascoltatore che, da naufrago in quel mare rappresentato nell’artowork, rinsavisce, raccoglie le idee e arriva metaforicamente alla riva dell’ignoto. Il potere misterioso comunicativo della musica.

Voto: 7,5/10

Tracklist:

  • 1 · The shore
  • 2 · Marsh Maze
  • 3 · Photic Zone
  • 4 · Seaweed
  • 5 · Tidal Flat
  • 6 · A white fringe

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi