Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Recensioni | Pubblicato il 25 settembre 2013

shigeto-no-better-time-than-now

Shigeto

No Better Time Than Now

Genere: Elettronica, Ambient

Anno: 2013

Casa Discografica: Ghostly International

Servizio di:

Fra i tanti produttori di musica elettronica di casa Ghostly, Zach Saginaw – in arte Shigeto – rappresenta senza dubbio uno fra i più attesi di quest’anno. Preceduto da Full Circle e Lineage, No Better Time Than Now è il nuovo lavoro composto dal’artista originario del Michigan, che da sempre fa della commistione di sonorità tra loro lontane, a tratti quasi conflittuali, il suo personalissimo stile musicale.

 Se, sempre rimanendo sotto l’ala della Ghostly International, da una parte abbiamo Gold Panda che è solito condire le proprie atmosfere con arrangiamenti che ricordano costantemente il mondo orientale, dall’altra abbiamo Shigeto che, senza scomporsi, è capace di passare con agilità (e molta eleganza) dall’ambient più sospesa a riflessi jazz quasi palesi (Miss U e Tell A Tale su tutte). La cosa però non finisce qui, e la mistura sonora si fa ancora più curiosa quando si attraversa la ritmica caraibica di Ringleader (in cui la traccia sembra prendere più che semplici spunti da Four Tet), dopo esserci già avventurati attraverso la melodia artificiale da videogioco di Detroit Part 1. Altra caratteristica di No Better Time Than Now è senza dubbio l’ondulato sali-scendi di tematiche talora sospese e leggere, altrove più dense ed oscure: è quest’ultimo il caso della sezione centrale dell’album, in cui il trio Perfect CrimeOliviaMiss U ricerca in rileccati ambienti fumosi una personalità seria e profonda, quanto mai azzeccata.

 Come preannunciato, però, il filo conduttore di tutto No Better Time Than Now è – e non può essere altrimenti – l’ambient, e ciò diventa sempre più chiaro procedendo con l’ascolto. Non a caso, la seconda parte dell’album è un susseguirsi di punti di vista, di interpretazioni volti ad esplorare atmosfere ora introspettive (Soul Searching) ora rilassanti e distaccate (Silver Lining). In tutto ciò, il brano No Better Time Than Now è una sorprendente cometa di sperimentazione che mostra per l’ennesima volta la schizofrenia eclettica di Shigeto.

 E’ Tell A Tale, infine, a passare un’ultima pennellata jazz, prima di lasciarci definitivamente. No Better Time Than Now è dunque un disco elegante, completo, capace di rielaborare con estrema efficacia i diversissimi spunti da cui prende ispirazione (credo che specialmente nella prima parte l’amico Gold Panda si senta piuttosto tirato in ballo). Come afferma Zach Saginaw stesso, tuttavia, ciò che è nato dalla produzione/firma con la Ghostly non è solo un disco, è una collaborazione di spettro molto più ampio. Dal canto suo, come al solito, la casa discografica non ci ha messo solamente uno zampino stilistico, ma anche una degna copertina. Insomma, un vero connubio.

Voto: 7.5/10

Tracklist:

  • 1 · First Saturn Return
  • 2 · Detroit Part 1
  • 3 · Ringleader
  • 4 · Perfect Crime
  • 5 · Olivia
  • 6 · Miss U
  • 7 · Ritual Howl
  • 8 · Soul Searching
  • 9 · Safe Here
  • 10 · No Better Time Than Now
  • 11 · Silver Lining
  • 12 · Tell A Tale

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi