Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Recensioni | Pubblicato il 25 febbraio 2015

casa del mirto_still

Casa del Mirto

Still

Genere: Dream Pop, Elettronica

Anno: 2014

Casa Discografica: Ghost Records

Servizio di:

C’è ben poco di immobile nella carriera dei Casa del Mirto, tra cambi di stile, riconoscimenti in giro per il mondo, collaborazioni, remix, idee, ripensamenti e ancora nuove idee, in un turbinìo di avvenimenti che, a circa tre anni dal precedente lavoro, ha portato alla pubblicazione di Still (per l’appunto), ultima fatica del terzetto trentino composto da Marco Ricci, Luigi Segnana e Raffaele Ricci.

Un nuovo interessante episodio nella carriera di una band che ha dimostrato in questi anni di saper non solo muoversi su territori differenti con la massima naturalezza, ma di riuscire anche a farlo uscendo dai confini nostrani per consacrarsi senza difficoltà anche su altri mercati, col piglio internazionale che pochi hanno la fortuna di possedere.

Incontro fiorente tra elettronica, pop e infiltrazioni r&b, Still si mostra omogeneo pur sfiorando ambientazioni talvolta apparentemente lontane tra loro: aperto da un carezzevole pianoforte introduttivo (“Paralyzed”), il terzo album dei Casa del Mirto entra subito nel vivo con due brani tanto eleganti quanto orecchiabili (“Invisible”, impreziosito dalla voce della statunitense Avalon Omega, e il glitch-pop di “Reflex”), che fanno da ponte verso le sonorità anni ’80 di “Where you stand” e “Pressure”.

Enigmatiche e fuori dagli schemi si presentano, invece, le trame di “Last blue wind” e “A picture of”, mentre “Butterfly”, su un tappeto sonoro e vocale ammorbidito, sospinge l’ascolto verso lidi caldi e rassicuranti.

Trasportati dalla breve parentesi di “8” (in cui compare la collaborazione del dj Aaron Larcher), ci si avvia così verso la conclusione dell’album, con i ritmi circolari ed ipnotici di “What I see inside of me?” e l’intimista title-track di chiusura, piccola perla sospesa tra ambient e dream-pop dalla quale lasciarsi cullare immersi nella sua naturale grazia.

Uscito ormai già da qualche mese, Still rappresenta un indubbio passo in avanti nella carriera dei Casa del Mirto, abili tratteggiatori di paesaggi musicali policromatici e sconfinati, da ammirare con lo sguardo riflessivo di chi cerca la fuga da questo mondo materiale: da recuperare.

Voto: 7,2/10

Tracklist:

  • 1 · Paralyzed
  • 2 · Invisible (feat. Avalon Omega)
  • 3 · Reflex
  • 4 · Where you stand
  • 5 · Pressure
  • 6 · Last blue wind
  • 7 · A picture of
  • 8 · Butterfly
  • 9 · 8 (feat. Aaron Larcher)
  • 10 · What I see inside of me?
  • 11 · Still

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi