Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Recensioni | Pubblicato il 26 febbraio 2015

RIVER OF GENNARGENTU

River of Gennargentu

Taloro Ep

Genere: Blues

Anno: 2015

Casa Discografica: Talk About Records

Servizio di:

Leggo: registrato e mixato tra la Barbagia e l’Emilia ma anche  col sangue bollente tra i miasmi sulfurei dei Baton Rouge d’Alabama  e gli sbadigli oziosi di alligatori del Mississippi. La malìa ancestrale del blues delle origini torna a frequentare i nostri orecchi con questo piccolo fosco rubino chiamato Taloro Ep del bluesman sardo River Of  Gennargentu,  una sana forma artistica sgranata che inebria e fa smarrire l’ascoltatore tra visioni, antiche ombre e le santerie indiavolate di tanti Balzebù danzanti.

Cinque tracce inedite e la rivisitazione di un brano del musicista americano R.L.Burnside “Poor black mattie”, sei riverberi a gravità zero che – con la sola forza della voce, una cigar box fatta in casa e una chitarra acustica deliziosamente sgangherata – fanno toccare il cielo con un dito, un trippy ai confini delle frontiere della musica del diavolo, quei colori sudaticci e nudi che senza fare clamore si impossessano dell’anima e la fanno muovere a loro piacimento. Il bluesman  barbaricino incanta letteralmente, sembra veramente di trovarsi col corpo e la mente al crocevia notturno dove Robert Johnson s’incontrò con la grande Divinità Nera, una sensazione “angelicamente maledetta” che trascina al pari – se non più –  di una febbricitante esperienza nel fondo della coscienza nigger.

Siamo in pieno Delta Blues con echi del Mali, il suono, il rumor grezzo, sabbioso e ipnotico di “ I need to move”, la mistica solitudine di “Fire over the kill”, le vene impossessate di “Between troubled waters” e l’andatura caracollante della title-track che fa da anteprima alla traccia “6” – una pray sfumata da brivido che ricorda molto Ben Harper – definiscono l’arte spirituale di un artista che – col suo piccolo rubino sonoro – ti strappa il cuore e se lo mangia nel giro di pochissimi minuti.

Cose semplici dalla bellezza inaudita!

Voto: 7.5/10

Tracklist:

  • 1 · I need to move
  • 2 · Fire over the hill
  • 3 · Poor black mattie (R.L.Burnside)
  • 4 · Between troubled waters
  • 5 · Taloro
  • 6 · 6

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi